Centro documentazione pedagogica, 1700 iscritti pronti a partecipare alle tante attività

Sono 1700 gli iscritti al Centro per la documentazione pedagogica e la didattica laboratoriale che ha avviato l’anno formativo 2014-15 proponendo numerose attività per bambini, ragazzi, genitori ed insegnanti e in generale per gli adulti interessati.
L’attività del nuovo anno è stata presentata oggi negli spazi del Centro per la documentazione pedagogica e la didattica laboratoriale dall’assessore alla formazione Umberto Nicolai, dal direttore del Centro Silvano Golin e da alcuni volontari: Alessia Rizzo, psicoterapeuta, Maria Cristina Rigon, docente di laboratorio, e Daniela Pobbe, Piergiorgio Favaron e Lorenzo Zen, addetti al front e back office.
“Questo centro è una grande risorsa per l’intera comunità ed in particolare per le famiglie e per i bambini che non hanno l’opportunità di frequentare attività extrascolastiche formative – ha spiegato l’assessore Umberto Nicolai -. Attraverso i numerosi volontari che offrono gratuitamente il loro tempo diamo ai nostri utenti la possibilità di crescere, di formarsi e di imparare. Inoltre l’intervento di alcuni professionisti consente di dedicare tempo per approfondire i problemi dei ragazzi e delle famiglie, offrendo quindi anche un aiuto dal punti di vista educativo, psicologico, relazionale, esistenziale.”
“La proposta di momenti di formazione educativa e relazionale condotta da volontari esperti, docenti e insegnanti, è un servizio gratuito di cui possono usufruire tutti coloro che si iscrivono al centro – ha dichiarato il direttore delCentro Silvano Golin -. La precedenza viene data ai primi che si iscrivono, con un occhio di riguardo per i ragazzi disabili e con particolari problematiche. Mantenere in vita questo centro è una vera e propria sfida, ma siamo convinti che si potrà proseguire il percorso vista anche la grande disponibilità di professionisti volontari e le tante richieste che pervengono quotidianamente”.
Sono 200 i volontari coinvolti, tra formatori, professionisti, docenti, addetti al back e front office, personale che si occupa delle pulizie e del riordino dei locali che nel corso dell’anno formativo 2013/2014 hanno effettuato 5.919 ore per circa 1500 utenti che hanno partecipato mediamente a 3 – 4 corsi.
La grande partecipazione è dovuta all’offerta di corsi che destano l’interesse degli iscritti, di cui il 18% stranieri, e che quest’anno verranno riproposti e arricchiti con altre proposte.

Saranno 49 i laboratori in programma di cui 43 pomeridiani e 6 serali dedicati ad arte-terapia, danze popolari, mosaico, musica, shiatsu, tessitura di tappeti, philosophy for children, attività artistico-creative, riciclo, falegnameria, gioco e scienza, cucito, inglese, cucina con fiaba, lingua italiana, country dance e tanti altri. Ogni laboratorio mediamente è articolato in 5 -10 incontri e viene più ripetuto nell’arco dell’anno.
La psicomotricità prevede 5 corsi di 8 lezioni ciascuno condotto da esperti diversi e ripetuto più volte nell’arco dell’anno.
Saranno inoltre proposti 6 laboratori serali per adulti, ciascuno di 5-10 incontri sull’arteterapia, la preparazione di addobbi natalizi e pasquali, le scritture autobiografiche, il training autogeno e la danza country.

27 sportelli individuali si occuperanno di tematiche specifiche: neuropsichiatria infantile, logopedia, mediazione famigliare, pedagogia clinica, psicologia scolastica, psicologia sportiva, psicoterapia, disturbi alimentari, aiuto scolastici, ascolto, counseling filosofico, consulenza legale, spazio genitori, potenziamento scolastico e per la stesura delle tesine.

Saranno attivati 5 differenti sostegni scolastici e doposcuola suddivisi per età degli alunni, rivolti a bambini della scuola primaria e per ai ragazzi della scuola secondaria di primo, e per materie trattate, matematica, italiano e inglese.

E poi sono previsti 50 incontri serali riguardanti i seguenti argomenti: relazione e mediazione in famiglia, psicologia dello sport (rivolto ai genitori ed allenatori dei giovani che intraprendono attività sportive), filosofia dell’educazione, sostegno genitoriale, comunicazione, cultura popolare vicentina, fotografia, educazione all’affettività, alimentazione.

Inoltre è a disposizione anche la Biblioteca didattica, gestita da un gruppo di docenti che si occupano anche dell’attività di documentazione e della promozione di incontri sull’importanza della lettura.

E’ attivo anche un forno per cuocere le creazioni realizzate con l’argilla dai bambini del Centro e delle scuole della città: nel 2013/14 sono state effettuate 36 cotture pari a circa 1240 ore di funzionamento.

I materiali didattici utilizzati nei laboratori e nei corsi sono offerti gratuitamente da ditte, banche e soggetti privati.

Il Centro, inoltre, accoglie studenti delle scuole secondarie e dell’università per attività di stage e tirocinio.

Il Centro per la documentazione pedagogica e la didattica laboratoriale, sorto in via dei Mille 41, all’angolo con via Bixio, è stato inaugurato nel febbraio 2011 per iniziativa dell’amministrazione comunale. E’ un’esperienza unica che in città offre gratuitamente ai bambini, alle famiglie, ai docenti e alle scuole laboratori e servizi riguardanti la formazione, l’educazione, la crescita personale e famigliare.

Il Centro funziona esclusivamente grazie ad esperti e professionisti che volontariamente prestano la loro attività gratuitamente; in questi ultimi anni il Centro ha riscosso notevole successo, tanto da raggiungere numeri significativi di volontari e partecipanti.

9 su 10 da parte di 34 recensori Centro documentazione pedagogica, 1700 iscritti pronti a partecipare alle tante attività Centro documentazione pedagogica, 1700 iscritti pronti a partecipare alle tante attività ultima modifica: 2014-10-02T02:11:48+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento