Scuola, buoni libro. Troppe domande da chi non ha diritto, rischio rallentamento procedure

Giunge segnalazione che nei primi 10 giorni utili per la presentazione delle domande per i buoni libro per le scuole medie e superiori, sono pervenute numerose richieste anche in presenza di redditi superiori al limite previsto.

L’assessorato alla Scuola di Roma Capitale precisa che il contributo per l’acquisto dei testi scolastici spetta solo alle studentesse e agli studenti appartenenti a nuclei familiari con reddito Isee non superiore a 10.632,94 euro, come già reso noto e come chiaramente specificato sul portale istituzionale di Roma Capitale.

Il fatto che giungano domande anche da chi non ha diritto ha il solo effetto di rallentare le procedure e di ritardare la consegna dei buoni libro.

Si ricorda, inoltre, che tutti coloro che hanno diritto possono presentare domanda esclusivamente online tramite il portale di Roma Capitale entro il 15 ottobre. Per poter presentare la domanda è necessario essere identificati al Portale di Roma Capitale.
Gli aventi diritto che ancora non hanno effettuato tale procedura devono provvedere ad identificarsi tramite il Portale stesso.
L’iter si conclude, di norma, entro 3 giorni lavorativi dall’invio della documentazione richiesta.

Gli importi del buono-libro sono rispettivamente di 119,41 euro per la scuola dell’obbligo (scuola secondaria di I grado e biennio della scuola secondaria di II grado) e di 93,71 euro per il triennio della scuola secondaria di II grado. L’importo totale stanziato è di 5.084.617,38 euro.

Tutte le informazioni per richiedere il buono libro sono disponibili sul sito del Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici, www.comune.roma.it/dipscuola o chiamando il numero 060606.

Lascia un commento