Rischio di stagnazione secolare nel medio termine in Giappone e nell’area euro

E’ quanto denuncia il Fondo Monetario Internazionale in un documento per il G20. La ripresa “continua, nonostante le battute d’arresto”, ma è “moderata e incerta”, affermano gli analisti del Fondo.

Le scelte della Bce sono giuste, spiegano, ma tutti i Paesi del G20, in particolare Germania, e anche l’Italia, e poi il Giappone e la Corea del Sud devono, secondo il Fmi, andare avanti con le riforme strutturali, per aumentare il loro potenziale di crescita.

9 su 10 da parte di 34 recensori Rischio di stagnazione secolare nel medio termine in Giappone e nell’area euro Rischio di stagnazione secolare nel medio termine in Giappone e nell’area euro ultima modifica: 2014-09-18T06:05:09+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento