Castelnuovo di Conza, sequestrato impianto di compostaggio

“Mi compiaccio con la autorità giudiziarie – dichiara l’Assessore Provinciale Michele Cuozzo – per il sequestro dell’impianto di compostaggio di Castelnuovo di Conza. Ha vinto così la tutela del territorio dell’Alto Sele.

Già lo scorso anno – continua Cuozzo – sollecitato da numerosissime istanze provenienti dal territorio dell’alto e medio Sele, chiesi al Dirigente provinciale del Settore Ambiente e al Comandante della Polizia Provinciale, nonché al Comandante del Noe dell’Arma dei Carabinieri, un urgente intervento ispettivo per accertare la regolarità delle attività di quest’impianto.

In qualità di Assessore, successivamente, scrissi anche alla Regione Campania per chiedere di disporre, con urgenza, tutte le indagini finalizzate ad accertare l’ottemperanza di tutte le norme disciplinanti l’attività esercitata dalla Società che gestiva l’impianto di compostaggio.

Oggi dopo svariati mesi – conclude l’Assessore Provinciale – possiamo essere soddisfatti del risultato ottenuto. Questa è la politica del fare, quella che senza andare alla ricerca di qualcuno da insultare si accorcia le maniche per costruire un domani migliore ed una società più giusta; quella che si assume le responsabilità senza recitare eterne sceneggiate napoletane. Un grazie infine a nome del territorio alle forze dell’ordine per l’opera e le attività svolte”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Castelnuovo di Conza, sequestrato impianto di compostaggio Castelnuovo di Conza, sequestrato impianto di compostaggio ultima modifica: 2014-09-18T14:13:55+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento