Livorno, il grande chitarrista Roland Dyens in concerto

DyensSecondo concerto, mercoledì 27 agosto (ore 21), di Livorno Music Festival, il ricco programma di eventi musicali promosso dall’associazione “Amici della Musica di Livorno”, sotto la direzione artistica di Vittorio Ceccanti, in compartecipazione con il Comune di Livorno.
Nella suggestiva “Quadratura dei Pisani” della Fortezza Vecchia il Maestro Roland Dyens, “classico nelle ditta e jazzista nella mente”, si esibirà alla chitarra, dando vita ad un concerto di improvvisazione come è nel suo stile.
Sul  palco, accanto a lui, Anais D’Andrea, chitarrista, e vincitrice della selezione Livorno Music Festival edizione 2013.
Il concerto prevede inoltre l’esibizione di Leo Brouwer  con – Danza Del Altiplano,  Francisco Tarrega  con Capricho Arabe,  Antonio Lauro  con Vals Venezolanos 2 E 3  e Roland Dyens  con Songe Capricorne e Saudade Nr. 3.

Roland Dyens
Nel mondo del jazz la nozione del “programma di sala” non esiste. Roland Dyens non comunica mai in anticipo il repertorio delle composizioni che egli suonerà nel concerto: questo è il suo modo di creare l’atmosfera musicale più adatta in funzione del pubblico, dell’acustica del luogo e, soprattutto  del suo più profondo desiderio di essere in accordo con se stesso al momento dell’interpretazione. Roland Dyens preferisce presentare lui stesso le musiche che egli ha scelto, così da creare un contatto umano con il pubblico. Allo stesso modo l’improvvisazione con la quale Roland Dyens inizia tutti i suoi concerti, è una specie di “messa in onda” indispensabile per questo artista ed anche un bel collegamento fra il mondo jazz e quello dei liutisti che, alcuni secoli fa, preludiavano al piacere nell’attesa della “Suite”…

Oggi…..
È costantemente in viaggio attraverso i cinque continenti per i concerti, la composizione e l’insegnamento. Questa triplice veste è l’autentica base dell’indiscutibile successo di tale artista, in costante evoluzione.
Se i recitals di Roland Dyens sono sempre un avvenimento, possono anche essere un vero choc per alcuni o – come dicono gli americani – delle « very inspiring experiences » per altri. Altri ancora, più estranei allo strumento, parlano pure di una profonda « riconciliazione » con la chitarra classica… L’approccio iper-sensibile e colorato di Roland Dyens con quest’ultima, la sua incontestabile apertura di spirito nell’associare tutte le musiche in un solo unico programma, il suo modo di essere sulla scena, la sua improvvisazione iniziale, il suo rapporto autentico con il pubblico, lo rendono uno dei massimi esponenti della chitarra di oggi.
La sua musica, profondamente intrinseca da sempre con il repertorio dello strumento, fa di lui una perla rara nel sottile gruppo di quei chitarristi che oggi possono godere di un tale privilegio. Le sue composizioni e i suoi arrangiamenti, suonati in tutto il mondo, e accolti da un pubblico unanime, portano un soffio vitale a questa chitarra i cui limiti vengono instancabilmente infranti dall’ecletticità dell’ artista.
Se infine, le master-class di Roland Dyens raccolgono un pubblico sempre più numeroso, si deve sia alle sue idee ricche ed innovatrici, che alla sincera apertura dell’uomo verso i chitarristi della nuova generazione. Con loro, infatti, ormai non si tratta piu’ di un confronto formale, ma di un incontro felice, centrato sulla qualità e sull’autenticità dell’emozione.
Roland Dyens é attualmente Docente al Conservatorio Nazionale Superiore di Musica di Parigi.

Ieri…
Nato il 19 ottobre 1955, l’interprete compositore arrangiatore francese Roland Dyens, inizia lo studio della chitarra all’età di nove anni.
Quattro anni dopo diventa allievo del Maestro spagnolo Alberto Ponce e sotto la sua guida si diploma con la Licence de Concert de l’Ecole Normale de Musique de Paris nel 1976.
Parallelamente allo studio dello strumento, Roland Dyens segue anche il prezioso insegnamento del compositore e direttore d’orchestra Désiré Dondeyne (classe di scrittura e lettura della partitura), ottenendo il Primo Premio di Armonia, Analisi e Contrappunto.
Tra i maggiori riconoscimenti che gli vengono assegnati fin dall’inizio della sua giovane carriera, sono da segnalare sia il Premio Speciale del Concorso Internazionale « Città di Alessandria », che il prestigioso Grand Prix du Disque de l’Académie Charles-Cros, entrambi ottenuti nell’ambito di omaggi tributati a Villa Lobos.
Premiato dalla Fondazione Menhuin, Roland Dyens, a soli 33 anni é stato inserito dalla rivista Guitarist  tra i 100 migliori chitarristi del mondo di tutti i generi.

AnaÏs D’Andrea
Anaïs D’Andrea é nata il 9 febbraio 1999 e abita a Lodrino in Svizzera. Inizia lo studio della chitarra a nove anni con il Mo. Giuliano Bianchi e dopo pochi anni conosce il Mo. Aldo Martinoni che la segue tutt’ora. Da settembre 2013 frequenta il corso pre-professionale al Conservatorio di Lugano. Ha partecipato a numerosi concorsi in Svizzera e all’estero ottenendo importanti riconoscimenti come solista e in duo con il fratello Elias (duo Picado). A febbraio 2012, durante una Masterclass con il fratello, conosce il Maestro Roland Dyens, che a seguito di questo incontro, scrive e dedica loro il brano “Si Ça c’est pas un choro” che avranno l’onore di presentare durante un suo concerto a Mottola.
Nel dicembre 2013 tiene il suo primo concerto a favore di Telethon. A Luglio 2014 viene invitata a suonare durante il Festival chitarristico della Valle Ossola in occasione dell’inaugurazione della mostra artistica.

9 su 10 da parte di 34 recensori Livorno, il grande chitarrista Roland Dyens in concerto Livorno, il grande chitarrista Roland Dyens in concerto ultima modifica: 2014-08-26T18:01:13+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento