Calcio Matera in serie B, Stella scrive a Pittella e Adduce

“Alla luce della decisione del Consiglio Federale di rinviare al prossimo 25 agosto la scelta della squadra che dovrà completare l’organico della serie B, ritengo sia doveroso che le tre istituzioni locali maggiormente rappresentative del territorio Materano condividano un percorso unico di sostegno all’iniziativa portata avanti con grande determinazione dal patron del Matera calcio Saverio Columella”.

Il presidente della Provincia Franco Stella ha invitato il presidente della regione Marcello Pittella e il sindaco della città Salvatore Adduce a fare fronte comune: “l’eccellente lavoro profuso dal presidente Columella ha realizzato un sogno per i tifosi e non, dimostrando come la professionalità e l’impegno possano superare ostacoli in apparenza insormontabili. Ebbene, oggi – sottolinea Stella – quella stessa forza deve essere la nostra missione, consapevoli di come il ripescaggio in serie B del Matera rappresenti una grande occasione di riscatto sociale, oltre che fonte di progressi sul piano sportivo ed economico per la nostra provincia e l’intera regione”.

“In questo momento è fondamentale testimoniare la nostra vicinanza all’imprenditore Columella, per dimostrare che le istituzioni sono presenti e unite nell’interesse del proprio territorio. Facciamo fronte unico per valorizzare quel grande traguardo che ha riportato il Matera alla ribalta del calcio professionistico con la promozione in Lega Pro. Consapevole della importanza di condividere questo progetto e di lavorare a iniziative comuni – conclude il presidente della Provincia di Matera – con l’obiettivo di sostenere la battaglia giuridico-sportiva avviata dal patron del Matera calcio per raggiungere il prestigioso traguardo della serie B, resto in attesa di un cortese e urgente riscontro”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Calcio Matera in serie B, Stella scrive a Pittella e Adduce Calcio Matera in serie B, Stella scrive a Pittella e Adduce ultima modifica: 2014-08-19T18:14:49+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento