Milano, erogati più di 5 milioni per il sostegno al reddito e al microcredito

fwaMilano non lascia solo chi perde il lavoro o chi ha bisogno d’aiuto grazie alle anticipazioni sociali della cassa integrazione e al microcredito. Sono infatti oltre 1000 le domande presentate in 9 mesi dai lavoratori milanesi, di cui 730 già accettate, per accedere al fondo realizzato da Fondazione Welfare Ambrosiano per le anticipazioni sociali della cassa integrazione per un valore di oltre 2,7 milioni di euro. Erogati inoltre altri 2,4 milioni di euro per 408 azioni concrete di microcredito sia a sostegno della nascita di nuove imprese che del reddito personale.

“Il progetti avviati da Fondazione Welfare in meno di tre anni di attività rappresentano dei modelli di intervento in favore dei lavoratori unici nel nostro paese, frutto della cooperazione tra istituzioni diverse e organizzazioni sindacali e segno dell’attenzione per le persone colpite dalla crisi che contraddistingue l’azione dell’Amministrazione e dell’assessorato al Lavoro”. Così l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca Cristina Tajani che ha aggiunto: “In due anni e mezzo sono stati erogati oltre 2 milioni a lavoratori e piccole imprese, affiancando le anticipazioni sociali, che ampliano così gli interventi in favore dei milanesi colpiti dalla crisi. Il microcredito – ha proseguito l’assessore Tajani – è uno degli strumenti più innovativi per sostenere lo sviluppo economico e sociale del territorio. Insieme al credito sociale per persone in temporaneo stato di bisogno, siamo riusciti a far nascere 91 nuove imprese”.

“Questa iniziativa di anticipazione sociale è un intervento concreto di sostegno al reddito dei lavoratori che senza questa modalità avrebbero difficoltà a reggere mesi senza indennità sostitutiva della cassa integrazione”. Così il  Direttore Generale di Fondazione Welfare Ambrosiano, Domenico Guerinoni che prosegue: “Per quanto riguarda le azioni a favore del microcredito, per due terzi rivolta al sostegno della persona, queste evidenziano come l’attuale crisi non sia temporanea ma cominci ad assumere caratteri di cronicità portando un aumento delle richieste dovuto alla perdita del lavoro. Un sostegno che non è solo economico ma anche e soprattutto un modo per mantenere viva la speranza evitando lo scoraggiamento”.

Il Fondo di garanzia di due milioni di euro consente alle banche aderenti all’iniziativa promossa dall’Assessorato al Lavoro del Comune e dalla FWA (Banca Prossima, Intesa Sanpaolo, Banca Popolare di Milano, Banca Popolare di Vicenza, Banca Credito Coop. Cernusco sul Naviglio, Credito Valtellinese, Monte Paschi di Siena, Gruppo UBI, Unicredit) di erogare fino a dieci milioni di credito per i lavoratori in cassa integrazione. Grazie a questo strumento è possibile fornire l’anticipo dell’integrazione salariale non ancora percepita dall’istituto di previdenza. Le anticipazioni ammontano a un massimo di 7 mensilità e non oltre i 6.000 euro per ciascun richiedente. La finalità del progetto è quella di velocizzare i tempi, semplificare la certificazione e allargare le anticipazioni sociali che oggi riguardano solo la CIGS a zero ore garantendo così un sostegno temporaneo al reddito dei lavoratori, che è una delle principali prerogative e obiettivi della Fondazione Welfare Ambrosiano.

Tra le 1146 richieste di accesso al fondo ad oggi il 28% riguarda domande provenienti dal settore metalmeccanico, il 21% dai trasporti e logistica, il 12% da quello della comunicazione e media, 11% dal commercio e terziario, 9% dalla chimica e tessile, il 7% artigianato, il 7% edile e legno, l’1% agroalimentare e 4% altri settori.

Significativa anche l’azione condotta dall’Assessorato sul progetto Microcredito Milano della Fondazione Welfare che fino ad oggi ha erogato 408 finanziamenti, per un totale di oltre 2,4milioni di euro, dei quali 1,6 milioni per il credito sociale e 800mila euro  per quello dell’impresa e auto imprenditorialità che ha portato alla nascita di 91 progetti d’impresa. La peculiarità di questo progetto consiste nel facilitare l’accesso al credito di tutti quei soggetti che hanno difficoltà a ottenerlo dalle banche perché privi delle garanzie richieste normalmente dal sistema bancario.

Un esempio significativo d’impresa nata attraverso il microcredito è Gogol’Ostello, una struttura ricettiva di alta qualità per il turismo low cost che offre ai propri clienti un’innovativa formula di ospitalità pensata su misura per le esigenze e i desideri dei ‘nuovi turisti’, in una città sempre più al centro dell’attenzione dei visitatori internazionali. Un’idea nata da Asli Haddas, 34 anni, tecnico informatico, laureata a Londra in International Business, un anno fa ha deciso di realizzare il suo sogno: un ostello con caffè letterario che oggi ha dato lavoro a cinque persone.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, erogati più di 5 milioni per il sostegno al reddito e al microcredito Milano, erogati più di 5 milioni per il sostegno al reddito e al microcredito ultima modifica: 2014-08-11T02:15:19+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento