Roma, Via Guido Reni al via la rigenerazione urbana

Piazze, servizi per il quartiere e aeree verdi, oltre alla realizzazione della Città della Scienza: viene dall’Assemblea Capitolina il via libera definitivo al programma urbanistico per l’ex stabilimento militare di macchine elettriche di via Guido Reni. L’intervento di riqualificazione, all’interno del quartiere Flaminio, “segna un punto di svolta nella nostra strategia di rigenerazione urbana”, ha dichiarato il sindaco Ignazio Marino. “Il riuso degli spazi edificati e non più utilizzati ci consente di ripensare il tessuto urbanistico, arricchendolo di servizi per la città”.

L’area in questione, dismessa e in abbandono, è di 72mila metri quadri di superficie utile lorda e sarà completamente trasformata. Con l’intervento di riconversione si prevede la suddivisione dello spazio in più settori: residenze (29mila metri quadri, circa 300 appartamenti), alloggi sociali (6mila metri quadri, circa 60 appartamenti, il 20% del totale), commerciale (5mila metri quadri), turistico ricettivo (5mila metri quadri), Città della Scienza (27mila). Individuati inoltre 14mila metri quadri di servizi pubblici locali per il quartiere (biblioteca, ambulatorio e altri servizi territoriali).

Per la realizzazione dell’intervento è previsto un investimento di 200-250 milioni di euro, con importanti ricadute economiche e occupazionali. I lavori, inoltre, produrranno non meno di 43 milioni di euro di contributo straordinario, a carico del proprietario dell’area, da utilizzare per la costruzione della Città della Scienza.

Le prossime tappe prevedono: un concorso internazionale per definire il masterplan di tutto l’intervento; il recepimento delle indicazioni emerse dal percorso partecipativo (avviato lo scorso gennaio e a cui hanno aderito circa 800 persone e più di 20 associazioni e comitati); l’approvazione definitiva – dopo la realizzazione del masterplan – del piano di recupero per l’avvio dei cantieri.

“La modernizzazione di Roma, che vogliamo più bella, vivibile ed europea, passa anche attraverso la realizzazione di grandi opere come il progetto di riconversione di via Guido Reni, che oltre alla Città della Scienza accoglierà edilizia sociale, residenziale e spazi comuni”, ha sottolineato il primo cittadino che ringrazia l’assessore Caudo e l’Assemblea Capitolina “per aver lavorato con grande intensità nell’approvare questa delibera, che segna il vero punto di partenza del programma di riqualificazione urbana voluto da questa amministrazione”.

Anche l’assessore Giovanni Caudo ha espresso la sua soddisfazione per l’approvazione della delibera, sottolineando che “la strategia della rigenerazione urbana, annunciata nel programma dell’attuale amministrazione, in pochi mesi ha preso corpo. Non solo con questa trasformazione ma con altri atti già assunti nei mesi scorsi, come la delibera che sblocca le procedure per la trasformazione di circa 9.500 ettari di città costruita, le procedure per i Print di cui il primo bando è già stato pubblicato, o quella per la riqualificazione dell’area della ex Fiera”.

Questo obiettivo è stato raggiunto, ha sottolineato l’Assessore, “grazie all’impegno svolto nell’interesse della città: un lavoro di squadra fondamentale per il cambiamento di Roma. Ora il lavoro prosegue per dare attuazione alla delibera, a partire dalla pubblicazione del bando per il concorso di progettazione internazionale che contiamo di avviare già a settembre”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento