OpenWi-fi Milano secondo compleanno con 45 nuovi punti

Nata nell’estate 2012, la rete OpenWi-fi Milano compie due anni e per festeggiare si stanno per attivare 45 nuovi access point sui Navigli (già installati e in fase di test), che la porteranno a un totale di quasi 650 punti distribuiti in 371 zone della città.

openwifi

Delle 371 aree totali collegate con OpenWi-fi Milano, sono circa 300 le postazioni all’aperto tra centro e periferia (60 piazze, 20 parchi e giardini, 20 stazioni della metropolitana), a cui se ne aggiungono 70 all’interno di diverse sedi comunali aperte al pubblico (uffici pubblici, biblioteche, piscine, centri ricreativi).

In continua crescita anche il numero degli accessi, che hanno ormai superato i 2,8 milioni, e degli iscritti, che a fine luglio hanno raggiunto quota 246.416, per un totale di 346.461 GB di traffico generato.

In questi primi due anni il giorno con il maggior numero di registrazioni è stato il 1° giugno 2014, con 1.215 iscrizioni, e nel mese di luglio si è più che raddoppiata la media giornaliera degli iscritti: dai 250 nel 2012 e i 300 nel 2013 ai 700 di oggi.

Nella rete municipale senza fili del Comune di Milano ogni utilizzatore può usufruire di un quantitativo giornaliero di navigazione pari a 300 MB di traffico in banda larga. Superato questo limite si avrà ancora un’ora di navigazione in banda larga e successivamente la velocità di navigazione sarà ridotta.

Milano è il primo Comune in Italia che offre a cittadini e turisti un servizio di wi-fi gratuito per un periodo di tempo illimitato che si estende su un territorio così ampio. OpenWi-fiMilano è un servizio molto competitivo anche a livello europeo, strategico in vista di Expo2015.

Sul sito info.openwifimilano.it si può effettuare la registrazione e individuare le aree in cui la rete è attiva.

9 su 10 da parte di 34 recensori OpenWi-fi Milano secondo compleanno con 45 nuovi punti OpenWi-fi Milano secondo compleanno con 45 nuovi punti ultima modifica: 2014-08-03T02:25:33+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento