Roma, in via Albert Einstein due donne tentato di truffare un’anziana

Ad arrestarle sono stati gli agenti del commissariato San Paolo con l’accusa di truffa aggravata in concorso. Nella borsa di una delle due è stato trovato un sonnifero che sarebbe stato utilizzato per compiere il colpo. Le manette sono scattate dopo che un vicino della donna, che abita in uno stabile in via Albert Einstein, ha segnalato al 113 la presenza delle due donne nell’appartamento della vittima.

La vittima era stata “agganciata” mentre si trovava seduta su una panchina. Le due truffatrici, una donna di 48 anni originaria di Genova e una trentenne romana, si sono rivolte all’anziana chiamandola col suo nome di battesimo, fingendosi vecchie conoscenti. La donna, con problemi di memoria, vista la sicurezza delle due nel presentarsi, ha finto di riconoscerle e ha iniziato una conversazione. Prima di accomiatarsi, le donne si sono ripromesse di rivedersi, e la signora le ha invitate nella sua abitazione, dando loro l’indirizzo di casa. Qualche ora dopo la signora ha ricevuto la visita delle due, che si sono presentate con la scusa di voler visionare dei libri sui monumenti della Capitale. La visita delle due donne, però, non è passata inosservata ad alcuni vicini di casa. Uno di loro, temendo per la sicurezza della donna, ha suonato alla porta, è entrato nell’appartamento e, accortosi del tentativo di truffa in atto, ha chiamato la Polizia mentre le due donne si sono date alla fuga.

Gli agenti sono riusciti, però a bloccare le due nella borsa della quarantenne hanno rinvenuto e sequestrato il flacone di sonnifero. Le arrestate dai controlli nelle banche dati della Polizia sono risultate avere dei precedenti per truffa.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, in via Albert Einstein due donne tentato di truffare un’anziana Roma, in via Albert Einstein due donne tentato di truffare un’anziana ultima modifica: 2014-08-02T20:22:56+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento