Inizia il cammino di 30 mila scout verso San Rossore

Definite nel Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica le misure organizzative e di sicurezza. Per la route nazionale che si terrà a Pisa dal 6 al 10 agosto nella tenuta di San Rossore circa 35.000 scouts giungeranno da tutte le parti d’Italia con treni speciali, con circa 500 pullman e oltre 1000 autovetture.A seguito di tavoli tecnici con tutte le componenti istituzionali e associative, sono state predisposte negli scorsi mesi le panificazioni per assicurare lo svolgimento dell’importante evento.Stamattina Il Vice Prefetto Vicario, dott. Valerio Massimo Romeo ha presieduto il Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per definire il quadro organizzativo afferente tutti gli aspetti di sicurezza della manifestazione.Erano presenti i vertici delle Forze di Polizia, i rappresentanti della Regione Toscana, del Comune di Pisa, della Provincia di Pisa, del Comune di Vecchiano, dei Vigili del Fuoco, della 46 Aerobrigata, dell’Azienda Ospedaliera Pisana, dell’Ente Parco Migliarino San Rossore, dell’Anas, del 118, di RFI,Trenitalia e dei responsabili AGESCI. Nel corso dell’incontro sono state esaminate le diverse pianificazioni relative, in particolare  alla viabilità, alle misure di carattere sanitario, logistico, di protezione civile in un quadro complessivo atto a consentire l’ottimizzazione dei servizi di ordine e sicurezza pubblica, tenuto conto anche delle diverse iniziative in programma alle quali è prevista la presenza di Alte Cariche dello Stato. Nei 74 ettari di area della tenuta di San Rossore, verrà allestita una vera e propria “Città dei giovani”, presidiata costantemente dalle Forze dell’Ordine e dalle componenti del sistema di protezione civile.In particolare, saranno istituiti presidi fissi per consentire una vigilanza permanente del sito interessato e verranno assicurati flussi informativi in grado di attivare interventi tempestivi in caso di emergenza.Saranno presenti, inoltre, 3 unità medico avanzate e sono state anche allertate le strutture ospedaliere per situazioni di emergenza sanitaria. In situazioni di criticità sarà attivata immediatamente una unità di crisi presso la sala polivalente della Provincia, ove convergeranno le Forze di polizia e i rappresentanti della protezione civile.

La città di Pisa si appresta ad accogliere, con favore, la Route Nazionale Scout che costituisce un evento eccezionale di grande portata per la presenza di migliaia di giovani dai 16 ai 21 anni che si confronteranno su tematiche di grande interesse. L’ultimo raduno si è tenuto in Abruzzo nel 1986. Nell’introdurre i lavori del Comitato il Vice Prefetto Romeo ha espresso un vivo ringraziamento al Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, al Sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, al Presidente della Provincia Andrea Pieroni e al Presidente dell’Ente Parco, Fabrizio Manfredi, per aver accolto l’iniziativa e per l’ottima sinergia istituzionale e di leale collaborazione che nella preparazione dell’evento c’è stata tra gli Organi dello Stato e gli Enti locali.Particolare apprezzamento è stato espresso dal Vice Prefetto Romeo al Questore di Pisa, Gianfranco Bernabei, al suo Vicario, dott. Salvatore Fabio Cilona e al Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, Ing. Marco Frezza per l’impegno che è stato profuso in questi mesi per definire un programma di sicurezza integrato teso ad ottimizzare le misure di rispettiva competenza.

9 su 10 da parte di 34 recensori Inizia il cammino di 30 mila scout verso San Rossore Inizia il cammino di 30 mila scout verso San Rossore ultima modifica: 2014-08-02T08:07:18+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1

Lascia un commento