Firenze traino per la ripresa culturale ed economica della Toscana

“L’azzeramento dell’addizionale Irperf per le 137.000 famiglie fiorentine sottolinea con forza l’attenzione dell’amministrazione per le fasce più deboli, un dato significativo a fronte dei 378.00 abitanti di Firenze, un segnale forte nel perdurare della crisi e della stagnazione economica che vede ben il 13% della popolazione italiana, secondo i dati Istat, versare in condizioni di povertà”. Lo ha detto Maria Federica Giuliani (Pd) presidente della Commissione cultura e Sport.
“I prossimi cinque anni saranno fondamentali per la nostra città, dovendo governare il più grande cambiamento istituzionale dal dopoguerra ad oggi, un cambiamento che interesserà la tutta la nostra area urbana ed i comuni limitrofi. Per questo Firenze è e sarà ‘La città delle opportunità’”, ha continuato Giuliani che ha dedicato il suo intervento al tema della cultura “come educazione alla bellezza ed alla fruizione dei beni culturali, una fruizione consapevole, meno consumistica; cultura intesa come valore intrinseco e intesa come fattore economico, come strumento di dialogo e coesione sociale, come fattore di competitività, occupazione, qualità, innovazione, una potenzialità enorme anche in termini di crescita per quanto riguarda il turismo”. “Il Decreto Franceschini votato ieri dal Senato introduce strumenti concreti ed operativi per sostenere il patrimonio culturale e rilanciare il settore turistico – ha spiegato Giuliani -, un comparto strategico, che possiede delle enormi potenzialità di crescita e che può dare un contributo fondamentale per lo sviluppo economico ed il lavoro. Significativo il grande incremento dei fondi per la cultura: grazie all’accordo con il Governo per la prima volta a Firenze viene riconosciuta una quota parte degli introiti dei musei statali in misura consistente pari a 4.200.000 euro. Il flusso dei visitatori nei musei è cresciuto invertendo la tendenza negativa che dal 2009 aveva fatto registrare una flessione negli ingressi, in particolare i 650.000 ingressi registrati nel 2013 nei musei comunali, un incremento pari al 65,9% parlano da soli (gli Uffizi hanno registrato 1.850.000 presenze lo stesso anno) e sono dovuti all’intenso lavoro dell’amministrazione che ha visto l’apertura della Torre di Arnolfo e del Complesso Monumentale di Santa Maria Novella, ma anche grazie all’estensione dei Quartieri Monumentali dove si registra un + 9,3%, senza contare il neonato Museo del Novecento dedicato all’arte italiana del XX secolo ed inaugurato lo scorso 24 giugno, ha registrato in un solo mese 18.201 ingressi totali”.
“Nel 2013 Firenze ha registrato una crescita rispetto all’anno precedente di turisti in città un +3,7% che davvero rappresenta un trend positivo; 3.409.989 turisti più stranieri che italiani che sostano in media 2gg 1/2, preferendo gli alberghi (il gettito dell’imposta di soggiorno arriva dagli alberghi in misura dell’88%) ad altre soluzioni come bed and breakfast – ha proseguito la presidente della Commissione Cultura e Sport -. Abbiamo avuto un totale di 47.530 bus turistici nel 2013, una media di 130 bus al giorno, ed un incasso di euro 1.674.703 di questi solo 13.703 diretti in hotel e ben 33.827 solo per passaggi giornalieri. La tassa di soggiorno istituita a luglio 2011 ha si conferma determinante per l’amministrazione, il gettito proveniente da questa imposta è stato nel 2013 di euro 21.738.858 registrando un aumento pari all’1,7%, e considerato che la destinazione di queste entrate sono per finanziare interventi per il turismo, i servizi pubblici locali e soprattutto la manutenzione-recupero-fruizione dei beni culturali, è facile intuirne l’importanza per le casse comunali ed il grande contributo che la categoria degli albergatori assicura all’amministrazione”.
“Infine, da sottolineare come lo sport sia sempre più uno strumento molto importante non solo per ciò che attiene in primis alla qualità della vita in quanto espressione e miglioramento della condizione psico-fisica delle persone, ma rispetto alle relazioni sociali – ha concluso Giuliani -, interessante il trend come evento collettivo e turismo culturale di qualità grazie alle tante manifestazioni e grandi eventi sportivi che animano la nostra città e rappresentano sempre più anche momenti di grande rilievo economico-sociale-sportivo”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Firenze traino per la ripresa culturale ed economica della Toscana Firenze traino per la ripresa culturale ed economica della Toscana ultima modifica: 2014-07-29T17:21:33+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento