Genova, ferimento di Salvatore Mancuso arrestato Salvatore Cimò

Fermato dalla Mobile l’uomo ritenuto colpevole di avere sparato lo scorso 18 maggio contro Salvatore Mancuso, 59 anni, colpito a un braccio fra via Lodi e via Piacenza, a Molassana. Il ferito aveva riferito di un proiettile vagante, una versione dei fatti che non aveva convinto gli inquirenti.

Dopo alcuni mesi di indagini, i poliziotti sono arrivati a Salvatore Cimò, 62 anni, un ergastolano che gode di semilibertà diurna, che avrebbe sparato a Salvatore Mancuso dopo una banale lite.

Negli anni Settanta faceva parte della banda Chiti, una gang di rapinatori violentissimi. La condanna all’ergastolo gli è stata inflitta dopo che nel 1977, insieme con alcuni complici, ha ucciso un Carabiniere all’altezza del casello autostradale di Genova Est mentre tentava di far evadere un complice.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento