Seveso, Milano per lo stato di calamità naturale

100

Il Comune di Milano ha inoltrato la richiesta a Regione Lombardia per aprire la procedura per lo stato di calamità naturale, dopo l’esondazione del Seveso dello scorso 8 luglio. La richiesta è avvenuta attraverso il caricamento di dati su una piattaforma online sul sito della Protezione Civile di Regione Lombardia (sistema Ra.S.Da.) della prima stima del territorio coinvolto e dei danni subiti dall’Amministrazione e dai privati. Le stime sulla base delle prime valutazioni ammontano a 25 milioni di euro. Successivamente la procedura prevede una ricognizione più dettagliata dei danni causati a enti locali e privati da comunicare entro 60 giorni. Regione Lombardia in funzione delle richieste pervenute dai Comuni coinvolti valuterà se chiedere alla Presidenza del Consiglio dei Ministri lo Stato di Emergenza.