Antonimina, trovato un covo per latitanti

All’interno sei posti letto e l’arredamento completo. Il rifugio pare fosse usato in passato da latitanti. Il covo è stato trovato ad Antonimina dai Carabinieri del Gruppo di Locri e da quelli dello Squadrone Cacciatori “Calabria” di Vibo Valentia. All’interno fucili smontati, cartucce di vario calibro, ogive e bossoli, materiale per la ricarica delle munizioni, un’ottica di precisione, un giubbetto antiproiettile, fondine, binocoli, due passamontagna e un’uniforme mimetica in uso all’Esercito negli anni ’80.

Il rifugio è stato scoperto dai militari in località “Valle Scura”, ben occultato tra la fitta vegetazione, su terreno demaniale in un’area aspromontana che, come emerso nell’ambito delle indagini “Saggezza”, sarebbe di influenza della cosca di ‘ndrangheta Raso di Antonimina.

La struttura, realizzata in legno e lamiera, sembra essere inutilizzata da alcuni anni ma all’interno c’erano anche materiale di supporto logistico e generi di prima necessità. Tutto il materiale è stato sequestrato per i successivi accertamenti e per gli approfondimenti investigativi del caso.

9 su 10 da parte di 34 recensori Antonimina, trovato un covo per latitanti Antonimina, trovato un covo per latitanti ultima modifica: 2014-07-11T08:19:36+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1

Lascia un commento