Con PianoForte Sostenibile il Casentino si candida a capitale della tastiera

PianoForte musica sostenibileUn festival musicale diverso, completamente dedicato al pianoforte e collegato all’ambiente. E’ PianoForte Sostenibile dal 17 al 20 luglio prossimi a Pratovecchio-Stia nel Casentino (AR); unico anche nell’organizzarsi e autofinanziarsi per metà grazie ad una campagna di “crowdfunding” intitolata “Adotta un pianista”, per cui hanno lavorato dal febbraio scorso 150 volontari ed è stata organizzata anche una lotteria.

Il prgramma è stato presentato stamani a Firenze dal direttore artistico Roberto Carlone, della Banda Osiris, che non ha nascosto l’obiettivo di fare di Pratovecchio-Stia la capitale del pianoforte, creando una scuola di alta specializzazione musicale: “La musica in questa manifestazione si radica nel territorio fondendosi con l’architettura e il nostro paesaggio, per questo su ognuno dei sette palchi su cui si esibiranno gli artisti sarà presente l’albero che nasce dallo strumento musicale, il nostro logo”.

E saranno nomi di richiamo ad alternarsi su quei sette palcoscenici: da Stefano Bollani a Gloria Campaner, Danilo Rea, Cesare Picco, Antonello Salis, Francesco Tristano, Rocco De Rosa, Paolo Jannacci e naturalmente la Banda Osiris. Insieme a trenta giovani pianisti scelti tra le giovani promesse dei conservatori italiani, senza dimenticare don Ciotti e la sua Associazione Libera per parlare di mafia e musica.

Alla conferenza stampa ha partecipato anche l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli: “Sono qui per due motivi – ha voluto sottolineare -, il primo è che sono ‘un prodotto tipico locale’ in quanto casentinese, e poi per ricordare il progetto della Regione che incoraggia e consente, attraverso intese con Trenitalia, l’uso di speciali treni storici per portare il pubblico ad eventi culturali come questo, rispettando l’ambiente e creando occasioni per il pubblico di viaggiare in modo diverso”.

Tra gli sponsor non poteva mancare il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, il cui presidente Luca Santini ha sottolineato l’importanza di iniziative come PianoForte per favorire lo sviluppo territoriale legandolo a grandi valori formativi: “Per questo abbiamo organizzato in contemporanea “I sapori del Casentino”, dove contiamo di far conoscere i migliori prodotti caratteristici prodotti nei confini del parco”. Iniziativa legata a Vetrina Toscana, progetto regionale di enogastronomia, turismo e cultura “che è la linea su cui si sta muovendo la Regione – sottolinea in un saluto l’assessore regionale alla cultura e al turismo Sara Nocentini – per rendere sempre più ricca la nostra offerta e coinvolgere ogni parte del ricchissimo patrimonio territoriale della Toscana”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Con PianoForte Sostenibile il Casentino si candida a capitale della tastiera Con PianoForte Sostenibile il Casentino si candida a capitale della tastiera ultima modifica: 2014-07-03T18:16:00+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento