La Cassazione conferma il carcere per Sabrina Misseri

sabrina misseriLa donna accusata dell’omicidio della cugina Sara Scazzi rimane in custodia in carcere. Lo ha stabilito la prima sezione penale della Cassazione. Sabrina Misseri è stata condannata all’ergastolo dalla Corte d’assise di Taranto, in primo grado, per l’omicidio di sua cugina, avvenuto ad Avetrana il 26 agosto 2010. Lo ha deciso la prima sezione penale della suprema corte.

I supremi giudici hanno respinto il ricorso dei legali di Sabrina Misseri contro l’ordinanza con la quale il tribunale del Riesame di Taranto, lo scorso 18 febbraio, aveva confermato la custodia in carcere disposta dalla corte d’assise di Taranto a carico della Misseri. Anche il sostituto procuratore generale della Cassazione Antonio Gialanella, aveva chiesto il rigetto del ricorso presentato dal professor Franco Coppi e l’avvocato Nicola Marseglia. L’udienza si è svolta in Camera di consiglio lo scorso venerdì e l’esito si è appreso stamani.

9 su 10 da parte di 34 recensori La Cassazione conferma il carcere per Sabrina Misseri La Cassazione conferma il carcere per Sabrina Misseri ultima modifica: 2014-06-30T13:12:56+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento