E’ stata la Giornata dell’orgoglio omosessuale

L’appuntamento in Italia è stato “aperto” dalla presa di posizione del sindaco Ignazio Marino. Il primo cittadino di Roma ha annunciato il riconoscimento dei matrimoni gay contratti all’estero. Le bandiere arcobaleno sono sventolate in tante città nel mondo per celebrare, nella ricorrenza dei moti di Stonewall, la Giornata dell’orgoglio omosessuale e rivendicare i diritti delle persone lgbt.

Niente Pride nazionale, ma l’Onda Pride ovvero appuntamenti in tante città diverse, con sindaci e amministratori che si sono messi alla testa dei cortei.

A Roma si è già manifestato il 7 giugno mentre Siracusa scenderà in piazza il 5 luglio e Reggio Calabria il 19.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin