Reggio Emilia, in via Fratelli Rosselli sessantenne si uccide durante lo sfratto

Un ex agente di commercio di 63 anni si è tolto la vita durante l’esecuzione dello sfratto. Il disoccupato, che viveva da solo, era stato sfrattato perché da tempo non pagava l’affitto. Mentre gli ufficiali giudiziari aspettavano che l’uomo lasciasse l’abitazione, si è buttato da una finestra, lasciando un biglietto d’addio per i suoi cari.

L’uomo si è lanciato dal quarto piano del palazzo in cui viveva solo, in via Fratelli Rosselli. Lo sfratto era stato concordato un mese fa poiché l’ex agente di commercio non riusciva a far fronte alle spese d’affitto.

Lascia un commento