Livorno, anche il sindaco Nogarin a tirare a lucido il Borgo di Magrignano

Ha partecipato anche il sindaco Filippo Nogarin all’operazione di pulizia straordinaria del Borgo di Magrignano: operazione che ha visto il 21 giugno, insieme a Comune e Aamps, tantissimi cittadini, associazioni di volontariato, imprese al lavoro nei cantieri del quartiere. Si stima la presenza di almeno 350 persone, tra rappresentanti degli enti e cittadinanza.
Queste le quantità di rifiuti raccolti:2 tonnellate di sfalci e potature; 4 tonnellate di ingombranti (reti e transenne in ferro, materassi, elettrodomestici); 8 tonnellate di scarti edili; 1 tonnellata di amianto (messo in sicurezza, sarà avviato a smaltimento nei prossimi giorni); 1 tonnellata di materiale vario indifferenziato); 5 bombole del gas.
I rifiuti sono stati portati ai centri di raccolta di Aamps per i necessari trattamenti e avvio a recupero o smaltimento.
Dopo gli interventi di pulizia e riordino urbano eseguiti tra il 15 maggio al 10 giugno nell’area di Vallin Buio, e dopo l’avvio della pulizia straordinaria delle Terme del Corallo, l’Amministrazione Comunale, nel solco di “Tiriamo a lucido la città”, ha dunque spostato la sua attenzione al Borgo di Magrignano, un quartiere residenziale che è ancora, in parte, un cantiere aperto, con l’intento di migliorare decoro urbano e sicurezza.
Come detto, l’operazione ha coinvolto – con autentico spirito di collaborazione instaurato anche grazie a una serie di incontri preparatori – tanti cittadini (residenti e non) insieme al personale degli uffici Ambiente, Verde e Protezione Civile del Comune, con la collaborazione del Comando di Polizia Municipale ed il supporto di AAMPS, del Consorzio di Bonifica Toscana Costa e del mondo del volontariato che come al solito ha risposto positivamente all’appello.
“Un’amministrazione comunale può decidere di fare molte cose per migliorare la propria città e la qualità della vita di chi la abita”, ha dichiarato al termine della mattinata il sindaco Nogarin.
“Ma senza l’aiuto di cittadini motivati, spinti da quel “senso civico” che non è altro che quel “sentimento comunitario” grazie al quale ognuno di noi si sente consapevole del fatto che il giardino o quell’angolo di strada sono pubblici e vanno salvaguardati, non si può realizzare niente”.

Interventi preparatori  eseguiti nei giorni scorsi

La grande pulizia che  effettuata sabato 21 giugno è stata preceduta da interventi preparatori già eseguiti nell’area del Borgo di Magrignano a partire dal 9 giugno scorso, coordinati dall’Ufficio Ambiente del Comune di Livorno: – il Consorzio di Bonifica Toscana Costa ha effettuato il taglio della vegetazione infestante nell’area golenale (colore giallo nella cartografia allegata) per un’estensione di circa 25mila mq. Ciò ha consentito di ridurre la presenza di animali indesiderati (zanzare, ratti, serpenti) e di identificare alcuni rifiuti sparsi che erano stati sepolti dalla vegetazione e che sarà possibile raccogliere e smaltire correttamente; – AAMPS sta procedendo all’eliminazione dei rifiuti presenti e della vegetazione infestante nell’area ex Bogi (colore rosso rigato nella cartografia allegata) e al posizionamento di contenitori multibenna per la raccolta dei rifiuti.

Queste le attività che  svolte nella mattinata di sabato dai vari soggetti coinvolti:

COMUNE DI LIVORNO – Coordinamento e supporto agli operatori durante l’intera iniziativa (Ufficio Ambiente); – supporto alle operazioni di taglio del verde con 3 operatori muniti di motosega, decespugliatori e tagliaerbe (Ufficio gestione verde urbano, agricoltura e foreste) e 2 capisquadra di supporto tecnico alla cittadinanza; – gestione del punto ristoro, coordinamento radio ed eventuali emergenze (Ufficio Protezione Civile); – il Comando di Polizia Municipale porterà l’Aula Mobile nell’area di intervento.

CITTADINI VOLONTARI DEL QUARTIERE – Raccolta di rifiuti nelle aree private e consegna agli operatori ecologici; – sfoltimento della vegetazione infestante nelle aree private con la supervisione ed il supporto di personale comunale;

A.AM.P.S. – Posizionamento di 10 mezzi con operatori ecologici che provvederanno alla distribuzione e alla raccolta dei sacchi di rifiuti. I rifiuti dovranno essere suddivisi secondo le seguenti tipologie: sfalci e potature; indifferenziato; plastica e vetro. I rifiuti speciali (batterie/amianto/ingombranti) dovranno essere segnalati agli operatori AAMPS che provvederanno al corretto smaltimento; – posizionamento di una squadra per la raccolta dei rifiuti ingombranti; – posizionamento delle multi benne; – spazzamento marciapiedi lungo le strade; – installazione di un gazebo Infopoint.

CONSORZIO EDILPORTO – Consegna delle aree pulite al Consorzio Edilporto per la custodia e la manutenzione ordinaria; – rimozione di una gru già smontata e suo posizionamento in un’area più idonea (zona rigata in rosso in cartografia dopo la pulizia); – subito dopo le operazioni di pulizia, realizzazione dei tratti di recinzione individuati in colore verde in cartografia per ridurre l’abbandono di rifiuti da parte di cittadini poco virtuosi in aree di cantiere; – sistemazione e pulizia dell’area adibita ad uffici di cantiere.

9 su 10 da parte di 34 recensori Livorno, anche il sindaco Nogarin a tirare a lucido il Borgo di Magrignano Livorno, anche il sindaco Nogarin a tirare a lucido il Borgo di Magrignano ultima modifica: 2014-06-21T19:19:09+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento