Turismo, intesa tra Parco Appennino Lucano e Gal Akiris

Le politiche sul turismo attivate dall’Ente Parco Nazionale dell’Appennino Lucano in collaborazione con il Gal Akiris, hanno trovato nuova condivisione sulla realizzazione di un Punto Informativo per i turisti che giungono nel territorio, su cui a breve verrà sottoscritta la relativa convenzione. L’info point – è sottolineato in una nota – avrà sede a Masseria Crisci, sul Lago del Pertusillo, e sarà concesso in via sperimentale ponendosi l’obiettivo di diventare una fucina di idee imprenditoriali innovative sul turismo sostenibile.

Al tavolo dei lavori erano seduti il presidente dell’Ente Parco, Domenico Totaro, il presidente del Gal Akiris, Prospero Cassino e il suo direttore Ennio Di Lorenzo che hanno definito con l’Associazione delle Guide le prossime azioni da svolgere per il coordinamento del servizio, un altro tassello nella preparazione del territorio all’accoglienza turistica.

Inatteso l’intervento del sindaco del Comune di Viggiano, Amedeo Cicala, che ha accolto con entusiasmo gli accordi tra i due soggetti istituzionali, da tempo coordinati sull’intento di valorizzare il Lago del Pertusillo come uno dei macroattrattori del Parco e della Valle dell’Agri, attraverso attività ecocompatibili previsti dal Progetto di valorizzazione per la promozione turistica integrata in via di implementazione. Le azioni future riguarderanno anche la creazione di un percorso ciclopedonale che collegherà l’area del Lago con quella archeologica di Grumento Nova, per la valorizzazione integrata delle risorse naturalistiche e di quelle storico-artistiche.

Soddisfatto il presidente Domenico Totaro il quale continua a pensare alla sinergia con il Gal Akiris come un salto di qualità nel processo di tutela e di promozione dell’intera area del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano.

Sulla questione dell’ambiente e sulla necessità di preservarlo, come sul tema del turismo quale settore economico alternativo al petrolio, ha concordato il sindaco di Viggiano, il quale- conclude la nota – ha confermato che “la vera sfida per il futuro sarà il rapporto tra l’ambiente e il territorio”.

Lascia un commento