Milano, a caccia dei banditi che hanno ucciso l’architetto Paolo Armenise

I tre malviventi hanno provocato la morte dell’automobilista sulla tangenziale mentre scappavano dopo aver forzato un posto di blocco dei Carabinieri. Paolo Armenise era un architetto milanese di 48 anni. E’ stato speronato alla guida della sua Jeep ed è morto sul colpo prima dell’arrivo dei soccorsi. Le ricerche sono state estese a tutto il territorio della provincia di Milano.

I malviventi, pare tre nordafricani, a bordo di un’Audi A4, hanno forzato un posto di blocco. La fuga a tutta velocità, inseguiti dalle forze dell’ordine, è finita in pochi minuti, sul tratto iniziale della Milano-Napoli che collega San Donato Milanese a piazzale Corvetto. In corrispondenza di una leggera curva, l’auto ha perso aderenza e ha travolto la Jeep guidata dall’architetto. Inutili i soccorsi per Armenise.

I tre banditi sono riusciti a fuggire a piedi prima che sul posto arrivassero i militari.

Lascia un commento