Credito Cooperativo del Fvg più solido e in utile

Nel 2013, la massa operativa gestita dalle 15 Bcc del Fvg è cresciuta dell’1,35 per cento, arrivando a superare i 13,3 mld di euro. La raccolta globale si è portata a 8,1 mld di euro (+2,02 per cento), evidenziando una crescita del 2,13 per cento nella componente della raccolta diretta (5,9 mld) e dell’1,75 per cento nella raccolta indiretta (2,2 mld). Gli impieghi, pari a 5,2 mld, hanno registrato un lieve aumento dello 0,32 per cento e l’utile netto d’esercizio aggregato è risultato pari a 19,6 mln di euro (con un calo del 22 per cento sull’anno precedente).

L’ammontare dei crediti a sofferenza, pari a 275 mln di euro, e il totale delle partite deteriorate, pari a 500 mln, sono cresciuti, rispettivamente, del 26,22 per cento e del 19,44 per cento. L’aumento risulta comune a tutti i settori, sia famiglie che imprese, e rappresenta il prezzo della coerenza del sistema di banche autenticamente locali. In termini di incidenze percentuali sugli impieghi, su base annua, le sofferenze passano dal 4,24 per cento al 5,33 per cento e il totale deteriorato dall’8,13 per cento al 9,68 per cento, crescita anche in questo caso trasversale a tutti i settori. Nel corso del 2013 sono stati erogati nuovi finanziamenti a medio-lungo termine per 734 mln contro i 715 del 2012; 118 mln del flusso erogato nel 2013 sono stati destinati all’acquisto della casa da parte delle famiglie.

Sono questi i numeri più significativi che il presidente della Federazione delle Bcc del Fvg, Giuseppe Graffi Brunoro, presenterà all’Assemblea dei soci convocata per sabato 7 giugno alle ore 9.30, presso la sala della parrocchia “S. Nicolò Vescovo”, a Frattina di Pravisdomini (Pordenone), in occasione pure della ricorrenza della costituzione della seconda Cassa cooperativa regionale, avvenuta in questa località nell’agosto del 1884.

«Dunque, la crisi non ci risparmia, ma non ci trova impreparati o passivi – spiega Graffi Brunoro –. Oltre alla presenza attiva e capillare sul territorio, anche nel 2013 il Credito Cooperativo regionale si conferma come la componente più patrimonializzata del sistema bancario con un Tier 1 Ratio e un Total Capital Ratio pari rispettivamente al 16,52 per cento e al 16,75 per cento. Il patrimonio di vigilanza si è incrementato di un ulteriore 1,72 per cento, raggiungendo la cifra di 835 mln di euro».

Risultano molto positivi pure i dati nel settore assicurativo; la nuova produzione lorda annua, pari a 68,5 mln di euro, registra una crescita negli strumenti finanziari (+262,8 per cento), nei prodotti legati alla previdenza (+30 per cento), alle coperture prestiti (+23 per cento) e ai prodotti danni (+17,9 per cento).

Le Bcc del Fvg, inoltre, hanno confermato la loro vocazione alla prossimità territoriale anche con il sostegno a oltre 4.000 iniziative “socialmente responsabili” e la crescita del 5,5 per cento del numero dei soci, che ha raggiunto quota 62 mila. I collaboratori sono 1.529 e gli sportelli 238.

9 su 10 da parte di 34 recensori Credito Cooperativo del Fvg più solido e in utile Credito Cooperativo del Fvg più solido e in utile ultima modifica: 2014-06-05T11:55:14+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento