Femca Cisl su piano di riorganizzazione Aquedotto lucano

Intervenendo sull’assemblea dei lavoratori di Acquedotto Lucano svoltasi nei giorni nei giorni scorsi la Femca Cisl dichiara in una nota che sul piano di riorganizzazione l’azienda deve convocare i sindacati altrimenti sarà proclamato lo stato di agitazione. “L’aut aut – evidenzia il sindacato – è messo nero su bianco sul verbale approvato all’unanimità dall’assemblea dei lavoratori. Il presidente di Al ci ha comunicato che non ci sono soldi per il piano di riorganizzazione e che tutto dipenderebbe dalle risorse che metterà a disposizione la Regione, ma secondo noi è proprio procedendo con la riorganizzazione che si darebbe nuova linfa ai lavoratori e soprattutto si metterebbe fine a un’attesa che dura da troppi anni”.

Lascia un commento