Santhià, Lorenzo Manavella ha confessato di essere l’autore della strage

Il ventenne ha ammesso di essere stato lui a uccidere i nonni, Tullio e Pina, e la zia, Patrizia. Il giocatore di volley è stato fermato a Venezia, dove era giunto in treno. Lorenzo Manavella è stato in stato confusionale e con i vestiti sporchi di sangue. Si è presentato al posto di polizia, al binario 14 della stazione di Santa Lucia, e ha spiegato di volersi costituire lì e non a Vercelli.

Lascia un commento