Sopralluogo dell’assessore Tommasini ai lavori sistemazione strada Val Sarentino

Su invito del sindaco del Comune di Sarentino, Franz Locher, l’assessore provinciale ai lavori pubblici Christian Tommasini, nei giorni scorsi assieme ai tecnici ed ai responsabili dell’impresa costruttrice, ha preso visione del secondo lotto di lavori attualmente in corso per la sistemazione della strada della Val Sarentino nel tratto iniziale da Bolzano. Il sopralluogo ha interessato anche altri progetti del Comune riferiti a punti pericolosi della strada.

La realizzazione dei lavori rappresenta un passo importante per rendere più sicura la strada della Val Sarentino, una delle più pericolose dell’Alto Adige, assicurando un collegamento sicuro e rapido tra la vallata ed il capoluogo; ogni giorno la strada è utilizzata circa 1400 pendolari e 400 studenti si recano a Bolzano per raggiungere il posto di lavoro e le scuole.
Il costo complessivo dell’opera ammonta a 58,5 milioni di Euro dei quali 11,8 riguardano il primo lotto già realizzato, 27,7 milioni il secondo lotto i cui lavori sono in fase di avanzata esecuzione e 19 milioni di euro riguardano i lotti 3 (impianti tecnici) e 4 (lavori di finitura delle due gallerie, costruzione dei 4 portali, del corpo stradale e lavori all’aperto).
L’assessore provinciale ai lavori pubblici Christian Tommasini nel corso del sopralluogo ha affermato la volontà della Provincia di portare a conclusione l’opera ritenuta prioritaria e in questo senso ha garantito che i finanziamenti verranno mano a mano messi a disposizione.

Nell’ambito della sistemazione della strada della Val Sarentino è prevista la realizzazione di due gallerie nel tratto iniziale da Bolzano. Il primo lotto di lavori si riferiva alla prima galleria, che è già stata perforata e rivestita in calcestruzzo; il tunnel misura complessivamente 1.520 metri ed è dotato di 2 vie di fuga). La seconda galleria compresa nel secondo lotto di lavori, è in fase di avanzata realizzazione. È lunga quasi due chilometri (con 3 vie di fuga). Attualmente, a perforazione completata, si sta provvedendo al rivestimento in calcestruzzo degli ultimi metri. È stata altresì predisposta la struttura metallica per fare la gettata per il portale. I lavori vengono eseguiti dal “Consorzio Stabile Costruttori Alto Adige CONBAU”. Il secondo lotto di interventi dovrebbe essere completato entro il mese di ottobre 2014.

Tra le due gallerie, per 180 metri, la strada corre all’aperto presso la cava denominata “Goldegg” per collegarsi al km 7,800 al tratto già sistemato della strada. Grazie alla costruzione di queste due nuove gallerie, sarà possibile by-passare le 15 gallerie esistenti.

Infine l’opera si concluderà con la realizzazione prima del 4° lotto riferito ai lavori di finitura delle due gallerie, alla costruzione dei 4 portali e del corpo stradale, nonché agli interventi all’aperto, e quindi del 3° lotto che riguarda gli impianti tecnici.

Nel corso del sopralluogo, sono stati inoltre presi in visione altri tre punti critici della strada della Val Sarentino che interessano il Comune. Uno riguarda una galleria da realizzare in una zona a forte pericolosità di caduta massi all’altezza dell’incrocio fra la strada per Vanga e Rio Tanza. Il Comune ha fatto predisporre uno studio di fattibilità. Come ha concordato l’assessore Tommasini con il sindaco Locher i tecnici della Ripartizione infrastrutture prenderanno visione dello studio e faranno una valutazione dettagliata sull’urgenza dell’opera e sulla sua fattibilità.

Un altro punto preso in esame è stato l’accesso principale al paese di Sarentino; il Comune dispone già di un progetto esecutivo ed ha avviato lavori per la messa in sicurezza dell’accesso che prevede l’allargamento della strada che incrocia la strada statale e la realizzazione di un marciapiede. Per proseguirli il Comune necessita di finanziamenti. A tal proposito come ha detto l’assessore Tommasini si potrebbe valutare l’opportunità di finanziamenti tramite il Fondo di rotazione.

Un altro punto pericoloso per la viabilità di Sarentino è costituito dall’accesso nord al paese con la presenza di un ponte, scarsa visibilità, mancanza di corsie d’immissione e la fermata degli autobus. Il Comune ha fatto predisporre uno studio di fattibilità per la realizzazione di una rotatoria che garantirebbe maggiore visibilità e sicurezza. Anche in questo caso l’assessore Tommasini ha invitato il sindaco ad inviare i materiali alla Ripartizione infrastrutture per le necessarie valutazioni in vista della predisposizione della lista degli interventi prioritari.

Altri due interventi necessari per il Comune di Sarentino sono, da un lato, la costruzione di una galleria paravalanghe a Rio Bianco (prima di Pennes) per prevenire i pericoli della cosiddetta “Streiterlahn”, e dall’altro, il completamento della sistemazione della strada che porta a San Martino. Per la galleria paravalanghe sono già state redatte le caratteristiche tecniche; resta da verificare la disponibilità di fondi nel programma annuale per poter quindi fare la relativa gara di progettazione. Nel caso della sistemazione del collegamento per San Martino invece, si provvederà al coinvolgimento della Ripartizione Servizio Strade che aveva eseguito i primi interventi di sistemazione dello stretto tratto stradale.

 

9 su 10 da parte di 34 recensori Sopralluogo dell’assessore Tommasini ai lavori sistemazione strada Val Sarentino Sopralluogo dell’assessore Tommasini ai lavori sistemazione strada Val Sarentino ultima modifica: 2014-05-12T11:56:27+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento