Ragusa, arrestati due presunti scafisti

Sarebbero stati alla guida dell’imbarcazione con a bordo 233 siriani soccorsa da una nave della Marina militare italiana arrivata a Pozzallo. Sono due tunisini che avrebbero ricevuto un compenso di 6 mila euro ciascuno per il viaggio. All’organizzazione il trasporto dei clandestini ha fruttato circa 460 mila euro. Agli atti delle indagini della squadra mobile di Ragusa ci sarebbe un filmato del viaggio girato con un telefonino.

Lascia un commento