Premio Rodolfo Valentino 2014 un grande successo

Premio Valentino Garko“Premiati che fanno invidia ad una prima serata di Rai 1”: è il commento della conduttrice e perfetta padrona di casa Gabriella Carlucci sul Premio Rodolfo Valentino 2014 Italian Excellence che si è svolto domenica sera presso uno strapieno teatro Valentino di Castellaneta davanti ad un pubblico di grandi occasioni.

“Siamo riusciti a portare a Castellaneta illustri italiani individuati dall’academy del premio presieduta dalla indomita giornalista Emilia Costantini – ha sottolineato Annamaria Galgano, presidente della Fondazione Rodolfo Valentino che ha organizzato l’evento dell’anno – Queste eccellenze italiane hanno onorato Castellaneta per la loro presenza, personalità in cui rivivono il talento, la passione e lo spirito pioneristico che fecero di Rodolfo Valentino il primo mito mondiale del cinema”.

Michele Mirabella è stato il primo personaggio ad essere premiato per il teatro. “Fare il regista é il mestiere che preferisco e mi onoro di rappresentare l’AIRC l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro per la quale durante la serata c’è stata una raccolti fondi – ha detto l’attore e regista – La ricerca è tutto per la scienza. Se azzecco i congiuntivi è poca cosa – ha detto poi scherzosamente – Chi non ce la fa, basta che torni a scuola”.

“Rodolfo Valentino è riuscito a cambiare la storia del cinema mondiale – ha ribadito il sindaco di Castellaneta Giovanni Gugliotti – abbiamo dato la cittadinanza onoraria alla pronipote Sylvie Huber Valentino per rinsaldare i legami di Castellaneta con la famiglia del grande divo”.

“Sono molto contenta che questo premio è finalmente di Castellaneta” ha commentato commossa la signora Sylvie cui la fondazione ha da tempo dato la presidenza onoraria.

La serata di gala del Premio Rodolfo Valentino 2014 Italian Excellence ha avuto momenti di grande spettacolo che il parterre del teatro ha manifestato di apprezzare, a cominciare dal tango interpretato da Mariana Montes & Sebastian Arce, campioni mondiali di tango argentino premiati per la danza.

Beppe Fiorello ha ricevuto il riconoscimento per le sue doti di attore. “Avevo un carattere – ha ammesso – Ero l’esatto contrario di mio fratello Rosario per la mia timidezza patologica. L’amore per Domenico Modugno l’ho ricevuto da mio padre che aveva gli stessi suoi baffetti: prima ebbi una reazione di paura quando mi proposero di interpretare un personaggio così importante su Rai 1 e accettai dopo l’incontro con la moglie Franca che mi diede la sua fiducia. Ora mi sento per metà pugliese, come il ‘Mimmo Nazionale’ era per metà siciliano”.

Fiorello ha poi regalato una improvvisata versione di “Volare” che ha intonato con tutto il pubblico.

Pippo Baudo ha ricevuto il premio per essere la televisione in occasione dei 60 anni della Rai.

“Ricordo che giudicarono intrasmittibile il programma Settevoci che mi fece conoscere al grande pubblico televisivo: ebbe l’84% di gradimento e l’86% di ascolto, e solo così i dirigenti della televisione si convinsero del contrario. Lanciammo Albano, Massimo Ranieri, Orietta Berti: ce li ho tutti sulla coscienza – ha commentato scherzando”.

Baudo ha ritirato anche la statuetta destinata alla vedova Maria Paola Sapienza in memoria del grande compositore Armando Trovajoli che ha firmato la commedia musicale “Ciao Rudy” con Marcello Mastroianni. “La signora Maria Paola non ha potuto essere presente a causa di un lutto in famiglia ma mi ha chiesto di ricordare che alla prima c’era anche Federico Fellini che fu entusiasta del Rodolfo Valentino interpretato da Mastroianni, lui che una quindicina di anni prima aveva diretto Alberto Sordi ne Lo sceicco bianco”.

A Massimo Ghini è andato il Premio Rodolfo Valentino 2014 Italian Excellence per il cinema.

“Ho avuto il piacere di lavorare con il regista Francis Ford Coppola per la pubblicità della Jlly Caffè nel remake de Lo sceicco bianco di Fellini con Alberto Sordi – ha rivelato l’attore romano – Ricordo che mi disse: ma stai a fare l’imitazione ?, con la voce di Albertone”.

Bruno Luverà ha ricevuto il Premio Rodolfo Valentino 2014 Italian Excellence per il giornalismo.

“I libri non fanno share, ma nel caso della rubrica Billy del Tga1 non è così – ha spiegato – In quattro minuti parliamo dei libri già letti e abbiamo rispetto per chi ha speso tanto tempo per scrivere un libro”.

Gabriel Garko era già stato a Castellaneta una ventina di giorni fa in occasione del lancio della fiction “Rodolfo Valentino La Leggenda”, la mini serie andata in onda su Canale 5, ed è proprio grazie a questo suo contributo sul divo che ha ricevuto il premio.

“Ho avuto una grande paura prima di accettare perché era un sogno fare Rudy Valentino ma non volevo cimentarmi con Marcello Mastroianni – ha precisato – Ho imparato a ballare, ho guardato i suoi film, ho letto moltissimo di lui anche se la fiction non è la vera storia, ma molto romanzata. La fiction uscirà anche in America e in Inghilterra e si parlerà di Castellaneta in tutto il mondo”.

Altra insignita della serata è stata Maria Pia Ammirati per la letteratura; la scrittrice e vice direttore di Rai 1 ha detto che le teche Rai 1 del futuro conterranno altri momenti televisivi, di una televisione generalista ma di qualità.

Il direttore diSKY Arte Roberto Pisoni ha affermato di essere onorato del conferimento, segno che la fruizione della cultura e dell’arte comincia ad appassionare.

Ugo Nespolo è il presidente del Museo Nazionale del Cinema di Torino ed è stato premiato per la cultura, lui che è uno dei più importanti artisti italiani contemporanei; con orgoglio ha precisato che il museo nella Mole Antonelliana ospita anche cimeli del grande divo per farlo ricordare ai più giovani.

L’eclettico stilista Guillermo Mariotto, giudice nelle trasmissioni televisive “Ballando con le stelle” e “Miss Italia”, ha ricevuto il premio per la moda per essere il direttore creativo di Maison Gattinoni: “Non sono il giudice cattivo dei ballerini di Ballando con le stelle perché le mie votazioni sono di stimolo per chi ha dei margini di miglioramento”.

Un momento esaltante è stata la lettura di alcune frasi del Rodolfo Valentino poeta recitate dall’attore Paolo Maria Scalondro, indimenticato interprete del fidanzato di Nilde e del padre di Miranda nella fiction di Rai 1 “Un medico in famiglia” e del capitano dei carabinieri Edoardo Rocchi nella serie televisiva di Canale 5 “R.I.S. Delitti imperfetti”; toccante l’interpretazione dell’attore Claudio Pinto, impeccabile il Corpo di ballo Arabesque su coreografie di Elsa Niccoli, ed efficace la Dixie Jazz Gang diretta da Rocco Cetera in alcuni brani dei primi anni del novecento; il servizio accoglienza è stato curato dall’Istituto Orazio Flacco di Castellaneta e l’emittente televisiva Studio 100 TV manderà successivamente in onda l’intera serata.

Il Premio Rodolfo Valentino 2014 Italian Excellence è stato organizzato dalla Fondazione Rodolfo Valentino con il patrocinio di Comune di Castellaneta, Gal Luoghi del Mito e Regione Puglia, sostenuto da Green Castellaneta Spa, Casa Isabella hotel e ricevimenti, Baume & Mercier, Reggia dei Tessali, Gbs Gruppo Gigante, Musica & Parole, Nuova Yardinia Resort; la regia teatrale è stata di Maurizio Vacca.

Durante la serata c’è stata la consegna del Premio Rodolfo Valentino Puglia nel Mondo al generale Leonardo Gallitelli Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, a Massimo Manera presidente della Notte della Taranta e alla giornalista, critico cinematografico e sceneggiatrice Antonella Gaeta presidente di Apulia Film Commission, nonché i premi Terra del Mito New Generation al design e stilista Michele Gaudiomonte, al fisico ricercatore Alessandro Mirizzi e alla organizzatrice di eventi ed editore Elisabetta Bedori.

9 su 10 da parte di 34 recensori Premio Rodolfo Valentino 2014 un grande successo Premio Rodolfo Valentino 2014 un grande successo ultima modifica: 2014-05-06T15:27:17+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento