Firenze, pronti i laboratori da 1,7 milioni di euro per gli studenti dell’Isis Leonardo Da Vinci

L’Isis Leonardo Da Vinci sempre più polo di riferimento per la formazione dei docenti e la didattica applicata per gli studenti. Nel giorno in cui all’istituto di via del Terzolle si tiene un corso sulla sicurezza curato dal ministero dell’istruzione con l’obiettivo di formare gli insegnanti delle scuole del primo ciclo delle Provincie di Firenze, Prato e Pistoia, questa mattina sono stati presentati i nuovi laboratori della scuola, in fase di ultimazione. Per realizzarli un investimento di 1 milione e 200mila di euro della Camera di Commercio e di mezzo milione di euro, dal 2012 a oggi, del Comune. Il progetto, iniziato nel 2011, prevedeva un adeguamento tecnologico dei laboratori dell’indirizzo di meccanica, meccatronica ed energia e settori correlati degli indirizzi elettronica/elettrotecnica e informatica/telecomunicazioni. In particolare, tra gli altri acquisti, i laboratori dell’ISIS Leonardo Da Vinci ora dispongono di 3 workstation, 39 computer e software dedicati alla progettazione virtuale con 3 schermi video LIM e 2 plotter per la stampa dei disegni, oltre a un sofisticato scanner tridimensionale, una stampante 3D e strumentazione di precisione che può creare oggetti virtuali.
Il percorso dalla progettazione alla realizzazione può ora contare anche su 5 torni paralleli dell’ultima generazione e su una macchina taglio laser che sarà completata nelle funzioni dal prossimo acquisto di due macchine a 5 assi a controllo numerico .
Per il laboratorio di automazione, sono stati acquistati 16 computer collegati in rete, 2 notebook, una stampante di rete, attrezzature Arduino per la realizzazione di automatismi e robot, Software National Instruments e schede acquisizione dati per la realizzazione di esperienze di analisi dei segnali e misure automatiche, 3 banchi Plc e 2 Inverter.
Allo studio c’è ora la proposta per creare, a Firenze Nova, un polo della formazione d’eccellenza, insieme a un campus per gli studenti, che riunisca oltre all’Isis Leonardo Da Vinci, anche la Scuola di Scienze aziendali e alla Scuola superiore di tecnologie industriali. Un progetto sul quale il Comune di Firenze, insieme alla Camera di Commercio, si sta già impegnando da mesi.
Infine, per tutta la giornata l’Isis Leonardo Da Vinci ha ospitato decine di insegnanti per il progetto ‘A scuola si cresce sicuri’, un’iniziativa realizzata grazie alla collaborazione fra il ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, la federazione italiana medici pediatri (Fimp) e l’autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza che consentirà di formare in tutta Italia 1.800 fra dirigenti scolastici, docenti, ausiliari, tecnici e amministrativi su come prevenire gli incidenti in aula e come intervenire quando accadono.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento