Combattimenti in Siria fra gruppi rivali oltre 70 morti

E’ il bilancio degli scontri fra ribelli jihadisti -qaedisti del Fronte Al-Nusra da un lato, Stato islamico in Iraq e nel Levante dall’altro, che hanno avuto una recrudescenza nelle ultime ore, con almeno 70 morti. Questo malgrado il recente appello del capo di Al Qaida, Ayman al-Zawahri, a evitare scontri intestini e concentrarsi contro le forze di Assad. Lo riporta l’Osservatorio per i diritti umani (Ondus). Gli scontri più duri sarebbero nella zona petrolifera di Deir Ezzor.

Lascia un commento