Vicenza, Sedie cercasi l’appello dell’albergo cittadino per il laboratorio di restauro

“Sedie in legno cercansi”. È l’annuncio dell’albergo cittadino ai vicentini affinchè gli ospiti abbiano materiale su cui lavorare nell’ambito del laboratorio di restauro “L’albergo del rinnovo” che si tiene ogni mercoledì e venerdì dalle 16 alle 18. Frequentato da 8 persone seguite da un tutor che insegna le tecniche di restauro e pittura, il laboratorio è volto al reinserimento sociale di persone senza fissa dimora ospiti dell’albergo cittadino di viale S. Lazzaro 73.

L’obiettivo, inoltre, è l’esposizione, in un mercatino aperto alla cittadinanza, da organizzare all’albergo verso giugno, delle vecchie sedie in legno pulite con carta vetrata e sverniciatore, e colorate con vernici all’acqua secondo la creatività del “restauratore”. Il ricavato delle donazioni verrà destinato all’acquisto di nuovi materiali di lavoro o agli stessi partecipanti al laboratorio.

Di qui l’appello ai cittadini a offrire le proprie sedie in legno inutilizzate e in buone condizioni contattando il 335 7151914 o a portarle direttamente in albergo cittadino.

“Mi auguro che la città accolga con entusiasmo la proposta – dichiara l’assessore alla comunità e alle famiglie Isabella Sala – : l’idea di recuperare oggetti di uso comune, come vecchie sedie, e dare loro nuova vita, ha una doppia, importante valenza. Ecologica, perchè gli oggetti non diventano rifiuto e anzi entrano in un nuovo circolo ‘vitale’; e soprattutto sociale, perchè le persone che si trovano a vivere situazioni di emergenza abitativa, e che oggi hanno come tanti cittadini sempre maggiori difficoltà nel trovare un’occupazione stabile, impegnano il loro tempo e le loro competenze in maniera intelligente, creativa, utile”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Vicenza, Sedie cercasi l’appello dell’albergo cittadino per il laboratorio di restauro Vicenza, Sedie cercasi l’appello dell’albergo cittadino per il laboratorio di restauro ultima modifica: 2014-05-01T05:43:33+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento