Marino, ventenne ucciso dal padre della fidanzata

I Carabinieri hanno fermato il futuro suocero che ha sparato contro l’uomo di 27 anni al culmine di una lite, uccidendolo. Il ventenne aveva minacciato la fidanzata con un grosso bastone.  La donna era poi andata a casa dei suoi genitori, portando con sé il figlio di 20 mesi. Il fidanzato aveva poi raggiunto la donna e ne è nato un litigio con i genitori della convivente, durante il quale il ventisettenne avrebbe anche impugnato un bastone. Il suocero di 54 anni ha esploso un colpo di pistola contro il giovane centrandolo al petto e uccidendolo, poi si è allontanato in preda al panico. I militari del nucleo radiomobile di Frascati e della stazione locale hanno rintracciato l’uomo per poi arrestarlo.

Lascia un commento