Cava de’ Tirreni, sua maestà il carciofo

tenuta campitielloMartedì 29 aprile alle 20 al Calajanara restaurant dell’Hotel La Conca Azzurra cena tematica sul carciofo in tutte le sue biodiversità presenti sul territorio campano.

I carciofi che si degusteranno a questa cena tematica sono il prodotto finale del progetto Valcarpat (valorizzazione degli ecotipi locali di carciofi e patate) realizzato dal CRA –ORT, Centro di Ricerca per l’Orticultura di Pontecagnano, e finanziato dalla Camera di Commercio di Salerno.

Ad ospitare l’evento in Costiera Amalfitana è Salvatore Criscuolo patron del ristorante Calajanara dell’Hotel La Conca Azzurra che già in altre occasioni è stato referente territoriale di iniziative ed eventi tesi alla valorizzazione, salvaguardia  e conservazione  degli ecotipi della Costiera Amalfitana. Infatti, la Tenuta Campitielloannessa al ristorante e all’albergo La Conca Azzurra è stata più volte oggetto di interesse mediatico per la biodiversità del territorio. Linea verde del 20 aprile 2014 l’ha scelta per realizzare il servizio sulle biodiversità oggetto del progetto Agrigenet, “network per la salvaguardia delle risorse genetiche ed agroalimentari della Campania” presentato dalla dottoressa Rosa Pepe del CRA-ORT.

La serata culinaria sarà dedicata pressoché esclusivamente a questo nobile ortaggio cosi importante per le sue proprietà nutroceutiche e funzionali al benessere dell’ organismo umano.

Si degusteranno nel corso del variegato menù le ricche biodiversità cinaricole campane ed in particolare il carciofo bianco di Pertosa, il carciofo di Montoro, di Castellammare di Stabia “detto pure carciofo di Schito”, di Acquara detto pure “tutti i mesi”, di Alfano “detto natalino”, quello di Pietralcina, di Capua “capuanella” , il tondo e rosso di Paestum e infine il carciofo di Castel San Lorenzo.

La creatività degli chef Antonio Bottone e Giorgio Iovieno con la partecipazione straordinaria dello chef Maurizio De Riggi, trasformerà la pregiata materia prima in un delizioso menù per  palati abituati al connubio freschezza e genuinità.

Durante la serata la dottoressa Rosa Pepe illustrerà le specificità territoriali e dei vari biotipi di carciofi presenti in menù, raccontando in breve la loro storia e la loro tradizione evidenziando gli aspetti salutistici di questo prelibato alimento di cui l’Italia è il secondo produttore mondiale.

A questa prima serata tematica seguiranno altri eventi tematici sulla biodiversità che si accompagneranno alla stagionalità dei prodotti.

La mission dell’evento, oltre a quello divulgativo delle biodiversità è quello di realizzare il connubio tra il territorio interno produttivo di eccellenza, ma con poca visibilità, con la vetrina mondiale rappresentata dalla Costiera Amalfitana.

9 su 10 da parte di 34 recensori Cava de’ Tirreni, sua maestà il carciofo Cava de’ Tirreni, sua maestà il carciofo ultima modifica: 2014-04-27T14:19:23+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento