Ucciso a Toronto il boss Carmine Verduci

Secondo la Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria Carmine Verduci era uno degli uomini più importanti nel panorama criminale internazionale, il padrino che teneva i contatti tra il Canada e la Calabria per le famiglie della Locride. La Polizia regionale di York ha ricevuto una chiamata durante la notte. Quando i poliziotti sono giunti ​​sul posto, hanno trovato Verduci morto nel parcheggio di un locale situato nel cuore di una zona industriale, molte delle quali hanno telecamere di sorveglianza. Gli investigatori sono alla ricerca di due sospetti, sarebbero due maschi bianchi, uno dei quali sarebbe basso con indosso una felpa nera o grigia e pantaloni larghi di colore scuro. Secondo le prime indiscrezioni le riprese video avrebbero catturato anche l’immagine di una Honda Civic grigia allontanarsi dal parcheggio intorno all’ora del delitto.

Ricercato in Italia per l’inchiesta “Crimine” viveva in una confortevole villa a Woodbridge e possedeva una fattoria in Nuova Caledonia. Per l’Antimafia reggina Carmine Verduci manteneva i contatti tra le ndrine italiane in Canada e quelle calabresi. Proprio la sua presenza ad una riunione dei clan calabresi, il 12 febbraio 2008, avrebbe insospettito gli investigatori attirando l’attenzione sui rapporti Italia-Canada. Nel rapporto degli inquirenti italiani, si fa anche cenno ai due centri di potere mafioso Toronto e Montreal.

Lascia un commento