Serie B, pioggia e grandine bloccano l’ascesa del Crotone. La sconfitta allontana i rossoblù dal secondo posto

Castaldo-esultaNessun altro risultato oltre la vittoria poteva interessare ai padroni di casa per rientrare nel novero delle squadre che aspirano ai play-off.

Di fronte a ciò, la partita con il Crotone rappresentava l’ultima occasione per rientrare. Bloccare l’avanzata dei rossoblù, dopo otto risultati utili consecutivi e conquistare i tre punti. Mister Drago ed il Ds Ursino l’avevano annunciato fin dalla vigilia che si sarebbe trattato di una trasferta alquanto difficile e così è stato. A rendere ancora più difficoltosa la trasferta ci ha pensato Giove Pluvio. Pioggia e grandine nel corso del primo tempo e gran parte della ripresa hanno reso quasi impraticabile il terreno del Partenio. Ancora più penalizzato il Crotone i cui giocatori avevano scarpe con tacchetti inadeguati. A pagare pegno alle condizioni atmosferiche il portiere Secco che (nono minuto) non riusciva a bloccare il pallone, scivoloso per la pioggia, consentendo a Schiavon di raccoglierlo e metterlo dentro.

Debutto stagionale del portiere tra i pali, in sostituzione di Gomis in non perfette condizioni fisiche. Fin dall’inizio in campo Dezi e Bernardeschi rispettivamente per Galardo e Giannone.

L’Avellino, privo dello squalificato Arini, con conferma inizialmente Fabbro, Millesi, Angiulli, Biancolino e da fiducia a Izzo, Schiavon, Ladrière, Togni. Formazione allestita da mister Rastelli con l’intento di bloccare quella avversaria, conquistare i tre punti e riprendere il discorso play-off.

Primi quarantacinque minuti a favore degli irpini che hanno saputo capitalizzare al meglio l’unica occasione presentatagli.

La pesantezza del terreno ha impedito ai rossoblù di praticare il solito gioco veloce con i due esterni di fascia, Del Prete e Mazzotta. Le occasioni da “Crotone” al trentasettesimo con una triangolazione Biadaoui, Mazzotta (nessuno riesce a raccogliere il perfetto assist in area avversaria) e al quarantatreesimo quando in contropiede Ishak appoggia il pallone per Cataldi che lo calcia di poco a lato.

Lo svantaggio consiglia mister Drago ad effettuare subito un cambio ad avvio ripresa inserendo Pettinari al posto di uno spento Bidaoui. È un Crotone più vivace che cerca di costruire l’affondo decisivo al fine di pervenire al pareggio. Non sta a guardare l’Avellino che si procura un’ottima azione per raddoppiare. Minuto sessantesimo il portiere Secco dice no a Galabinov respingendo il pallone in angolo.

Ancora un cambio per il Crotone, fuori Bernardeschi, in ombra a causa del terreno di gioco, dentro Giannone.

Ancora Golabinov al minuto settantuno sbaglia una facile occasione da gol mandando il pallone oltre la traversa. Scende lungo la fascia sinistra Mazzotta al minuto settantaseiesimo ed in prossimità dell’area avversaria conclude l’azione costringendo Seculin a respingere il pallone in angolo.

Ci prova anche De Giorgio (entrato al 77° in sostituzione di Dezi) a centrare la porta senza successo. Qualche minuto di “gloria” anche per l’ex rossoblù Ciano entrato in sostituzione di Togni. La fortuna è però favorevole a Galabinov che trova il secondo gol per la sua squadra con la complicità del terreno di gioco che rallenta la corsa al pallone calciato da Crisetig per farlo giungere al portiere Secco.

Non è stato il solito Crotone, pioggia e terreno pesante non si addicono ad una squadra veloce. Ad aver pagato dazio alle condizioni atmosferiche l’attaccante Bernardeschi, il centrocampista Dezi, l’esterno Bidaoui. Qualche indecisione in più occasioni anche da parte dei difensori Cremonesi e Ligi.

 

Avellino    2

Crotone     0

 

Marcatori: Schiavon 9°, Galabinov 93°.

 

Avellino (4-3-1-2): Seculin, Peccarisi, Pisacane, Zappacosta, Izzo (Fabbro), D’Angelo, Togni (Ciano), Schiavon, Ladrière (Angiulli), Castaldo, Galabinov. All. Rastelli

 

Crotone (4-3-3): Secco, Del Prete, Cremonesi, Ligi, Mazzotta, Cataldi, Crisetig, Dezi (De Giorgio), Bidaoui (Pettinari), Ishak, Bernardeschi (Giannone). All. Drago

 

Arbitro: Riccardo Pinzani (Empoli)

Coll. Luca Segna (Schivo) Alessio Tolfo (Pordenone)

Quarto giudice: Francesco Fiore (Barletta)

Ammoniti: D’angelo, Cataldi, Izzo, Togni.

Angoli: 5 a 3 per l’Avellino

Recupero: 1 e 4 minuti

Risultati trentaseiesimo turno

Pescara – Novara         0-0 (venerdì ore 15.00)

Modena – Ternana       3-3 (venerdì ore 18.00)

Padova – Bari              1-2

Cesena – Brescia         0-3

Avellino – Crotone     2-0

Empoli – Spezia          2-0

Varese – Lanciano       0-1

Latina – Palermo         1-3
Siena – Carpi               0-0
Reggina – Cittadella    0-1

Trapani – J. Stabia       3-0

9 su 10 da parte di 34 recensori Serie B, pioggia e grandine bloccano l’ascesa del Crotone. La sconfitta allontana i rossoblù dal secondo posto Serie B, pioggia e grandine bloccano l’ascesa del Crotone. La sconfitta allontana i rossoblù dal secondo posto ultima modifica: 2014-04-26T16:05:22+00:00 da Giuseppe Livadoti
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento