Potenza, postazioni touch screen per i servizi del lavoro on line

Nell’atrio del palazzo della Provincia di Potenza, in piazza Mario Pagano, è stata installata una postazione touch screen, ovvero una nuova interfaccia per l’erogazione dei servizi del settore lavoro attraverso l’accesso al sistema informativo lavoro Basil.
Postazioni simili – spiega una nota della Provincia di Potenza – sono inoltre state posizionate presso i centri per l’impiego della Provincia con maggiore affluenza (CPI di Senise, Melfi, Villa D’Agri, Potenza, Lauria).
L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività per il potenziamento dei Servizi on Line per il lavoro, attraverso strumenti interattivi in grado di sostenere nel concreto l’occupabilità dei lavoratori.
I nuovi servizi erogati tramite la postazione touch screen realizzati da ETT SPA, già fornitrice del sistema informativo lavoro provinciale, sono stati progettati dall’Ufficio lavoro per consentire un maggiore e più efficace accesso alle informazioni e ai servizi attivati in ambito provinciale.
Tra questi la possibilità di visualizzare un cruscotto statistico con le qualifiche più richieste in ambito provinciale basato sull’analisi in tempo reale delle Comunicazioni Obbligatorie gestite dal Sistema Informativo Lavoro, un questionario di auto-orientamento che permetterà agi utenti di individuare il profilo più idoneo alle proprie competenze e le eventuali offerte di lavoro e/o formazione ad esso correlate per potersi candidare.
Un servizio integrato permetterà, inoltre, di avere news in tempo reale e informazioni su bandi e concorsi da consultare direttamente sulle postazioni e inoltre la possibilità d’iscriversi ai servizi on line richiedendo le credenziali di accesso senza code agli sportelli.

9 su 10 da parte di 34 recensori Potenza, postazioni touch screen per i servizi del lavoro on line Potenza, postazioni touch screen per i servizi del lavoro on line ultima modifica: 2014-04-18T11:22:16+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento