Fabbrica Europa interlocutore culturale primario per la Toscana

Anche con l’edizione 2014 Fabbrica Europa, dedicata ad una riflessione sulla condizione umana e alla memoria legate dalla creazione artistica, si conferma un interlocutore primario nel panorama della contemporaneità, scrive in un saluto agli organizzatori l’assessore regionale alla cultura.

Il progetto si amplia a collaborazioni condivise con i più significativi interlocutori istituzionali e della scena contemporanea:dalla storica sede della stazione Leopolda si va dall’Opera di Firenze a Cango Cantieri Goldonetta, dal Teatro Cantiere Florida alle Murate, dall’Istituto Francese al Teatro Era, dal Teatro Goldoni alla ex Chiesa San Carlo dei Barnabiti.

Individuando percorsi interdisciplinari Fabbrica Europa riesce a spaziare dalla danza, in un articolato programma che coniuga i grandi maestri con i giovani talenti, al teatro, con un occhio particolare ai Balcani, alla musica ed alle arti performative.

Due le caratteristiche di maggior interesse regionale, conclude l’assessore: la capacità di fare rete avviando concreti processi di collaborazione anche artistica e la sinergia delle varie componenti dell’arte e della cultura contemporanea non giustapposte, ma legate da rimandi necessari che sottolineano l’esigenza di rivolgersi alla alterità con spirito di dialogo, inclusivo e di crescita.

9 su 10 da parte di 34 recensori Fabbrica Europa interlocutore culturale primario per la Toscana Fabbrica Europa interlocutore culturale primario per la Toscana ultima modifica: 2014-04-17T02:11:37+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento