Trieste, opportunità per i giovani che vogliono liberarsi dalla crisi

La Provincia di Trieste organizza  mercoledì 16 aprile, a partire dalle ore 9, presso il Teatro Miela il convegno Opportunità per i giovani che vogliono liberarsi dalla crisi. Si tratta dell’iniziativa conclusiva  di Arti di ieri, mestieri di domani, progetto finanziato dalla Legge Regionale 5/2012 per l’autonomia dei giovani e sul Fondo di garanzia per le loro opportunità. L’obiettivo è stato quello di offrire ai ragazzi la possibilità di conoscere i mestieri artigiani, dalla lavorazione del legno e della pietra alla preparazione della birra, avvicinandoli così al mondo del lavoro e dell’impresa. Le iniziative realizzate hanno promosso la conoscenza dei saperi della tradizione artigiana e del patrimonio culturale del territorio, e hanno favorito una conoscenza più diretta attraverso la visita a piccole aziende e realtà imprenditoriali. Il percorso ha inoltre contemplato momenti di formazione sul campo e percorsi di tirocinio. Gli allievi dell’Istituto Galvani hanno prodotto un documentario che, attraverso alcune interviste a noti artigiani della città, fornisce una testimonianza della vitalità di alcuni mestieri tradizionali. Il convegno in programma vuole offrire un’ulteriore  spazio di conoscenza e di informazione a quanti si chiedono quali opportunità siano oggi offerte ai giovani che, percorrendo la strada dell’imprenditorialità (artigiana, ma non solo), vogliano costruirsi un futuro.  Dopo aver sintetizzato e discusso gli aspetti qualificanti del progetto ed illustrato anche il progetto “Labor FVG”, attualmente in corso di realizzazione, il convegno passerà in rassegna gli strumenti attivi – o in fase di lancio – a favore dei giovani e dell’imprenditorialità, illustrandone la struttura e le modalità di accesso.

9 su 10 da parte di 34 recensori Trieste, opportunità per i giovani che vogliono liberarsi dalla crisi Trieste, opportunità per i giovani che vogliono liberarsi dalla crisi ultima modifica: 2014-04-14T08:33:42+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento