Ariccia, sedicenne pakistana portata in Pakistan per un matrimonio combinato

Il rapitore è un connazionale abitante a Zagarolo. Lo straniero è stato arrestato al suo ritorno in Italia. La giovane, che non è ancora stata rintracciata, era sparita nel novembre scorso e i genitori ne avevano subito denunciato la scomparsa. Il rapitore, attraverso la contraffazione del passaporto della minore, è riuscito a farla espatriare in Pakistan per farla sposare con un cittadino pakistano a cui era stata promessa in moglie. Ha prelevato da Ariccia la minore, all’insaputa dei genitori, e si è imbarcato con la ragazzina all’aeroporto di Fiumicino. I Carabinieri lo hanno atteso, al suo rientro in Italia, con il volo proveniente da Dubai. Nel corso della perquisizione del bagaglio sono state rinvenute le copie dei documenti personali della ragazza e il certificato di matrimonio contratto dalla minorenne in Pakistan nel novembre scorso. L’uomo, una volta arrestato, è stato associato presso la casa circondariale di Civitavecchia. I reati contestati all’uomo sono sottrazione e trattenimento di minore all’estero senza il consenso dei genitori.

Lascia un commento