Gioco online, la crisi non colpisce scommesse e casinò virtuali

Il gioco online risulta in forte controtendenza rispetto agli effetti causati della crisi che stiamo vivendo in questo periodo.

Nonostante una discreta flessione per quanto riguarda il poker, scommesse sportive e casinò online hanno mostrato anche nel primo trimestre del 2014 un trend positivo, confermando l’interesse degli utenti italiani in queste attività.

A parere di molti, il sempre più crescente interesse per i casinò online e nelle scommesse è da ricercare nella speranza di ottenere una vincita che possa sistemare per la vita, risolvendo tutti i problemi economici in un colpo solo. Una considerazione valida, eppure il gioco sembra essere codificato nel DNA degli italiani già da molto tempo, perché diciamolo, siamo sempre stati un popolo di scommettitori prima della crisi e probabilmente lo saremo anche dopo questo periodo difficile.

La diffusione a macchia d’olio del gioco d’azzardo attraverso internet è stata coadiuvata soprattutto dalle possibilità offerte dalle nuove tecnologie di comunicazione. Linee ad alta velocità disponibili in tutta Italia, nascita di portali che offrono guide e informazioni sul gioco online come l’ormai noto sito web Italcasino.net, legalizzazione del gioco d’azzardo con conseguente pubblicità televisiva sono tutti fattori che hanno contribuito a questa diffusione.

A completare questo quadro è l’ultima novità del settore, la possibilità di scommettere anche in movimento, in ogni momento della giornata e in ogni luogo. Sono infatti sempre di più i bookmaker e i gestori di siti di gioco che offrono servizi di scommesse e casinò per dispositivi mobili Android e iOS, compatibili e funzionanti su praticamente qualsiasi dispositivo dotato di connessione ad internet.

Se da un lato la possibilità di accedere al gioco con questa facilità pone un serio rischio per quanto riguarda il fenomeno della ludopatia, con 700.000 individui a rischio nel nostro paese, dall’altro pare che almeno in parte si stia sviluppando una conoscenza consapevole nei confronti delle attività di gioco, soprattutto per quanto riguarda i casinò online. Secondo i dati riportati da AAMS per il biennio 2012/2013, il 66% dei giocatori non ha investito più di 50€ al mese nei casinò virtuali, numeri che fanno pensare che in effetti per molti utenti il gioco online è un semplice divertimento, come dovrebbe essere.

Resta il fatto che le attività che riguardano il gioco d’azzardo dovrebbero essere praticate solo da chi può permettersi un rischio che non vada ad intaccare altri aspetti della propria vita. Chi ha già problemi economici, non può trovare una soluzione in questo settore. In ogni caso, per quanto assurdo possa sembrare, casinò online e scommesse sportive sembrano immuni agli effetti della crisi economica in atto.

9 su 10 da parte di 34 recensori Gioco online, la crisi non colpisce scommesse e casinò virtuali Gioco online, la crisi non colpisce scommesse e casinò virtuali ultima modifica: 2014-04-04T10:47:02+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento