Morte cantiere Sa-Rc, non rinviabile confronto sicurezza

In seguito all’incidente mortale sul lavoro verificatosi sui cantieri della Salerno Reggio, per la Cgil di Potenza “non è più rinviabile una discussione seria e circostanziata sul tema delle sicurezza sui luoghi di lavoro”.
“Nei primi due mesi del 2014 – si legge nella nota del sindacato – sono state già registrate oltre 100 morti sui luoghi di lavoro, una vera carneficina che ci lancia un chiaro messaggio: non possiamo permetterci di abbassare la guardia su quella che si configura come una vera e propria drammatica piaga sociale. Tanto più in tempo di crisi, quando la tentazione di tagliare sui costi della sicurezza può far breccia, è necessario farci tutti parti attive per promuovere cultura e prevenzione, rispetto delle regole poste a tutela della vita e della dignità di tutti i lavoratori, valori fondamentali sanciti della nostra stessa Costituzione”.
“Non vorremmo che in questo momento, in cui la semplificazione e la ridefinizione delle regole in materia di rapporto di lavoro sono temi posti al centro del dibattito politico e legislativo – conclude Cgil Potenza – si tralasci l’importanza e la delicatezza del tema della sicurezza, in particolare per quei lavori che per loro stessa natura sono più esposti a rischi di infortunio”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Morte cantiere Sa-Rc, non rinviabile confronto sicurezza Morte cantiere Sa-Rc, non rinviabile confronto sicurezza ultima modifica: 2014-03-31T09:23:58+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento