Il Salone vetrina dei siti Unesco

Il Wte-World Heritage Tourism Expo, giunto alla sua quinta edizione, si sposta a Padova. Dal 19 al 21 settembre il Palazzo della Ragione, cuore della città, ospiterà il salone del turismo dei siti Unesco, che lascia così dopo quattro anni la città di Assisi. “Siamo soddisfatti di questa opportunità che mette Padova sotto i riflettori del turismo internazionale e che consideriamo un buon augurio perché venga riconosciuta sito Unesco anche la Cappella degli Scrovegni portando così a 50 il numero dei siti Unesco in Italia” ha commentato il sidaco reggente Rossi il passaggio di testimone con Assisi “città con la quale condividiamo il grande Giotto”.
L’evento prevede spazi espositivi aperti al pubblico, convegni e approfondimenti, incontri e workshop riservati agli operatori del settori.Tra i tanti appuntamenti in programma per tour operator e pubblico, vi saranno contemporanee le ‘giornate della dieta Mediterranea’, in questo caso nella sede di Padova Fiere, dal 20 al 22 settembre. Per Claudio Ricci, sindaco di Assisi e presidente di associazione ‘Città e Siti italiani Patrimonio dell’Unesco’, il Wte si propone di creare “un punto di incontro tra il mondo della cultura e quello dell’economia, con l’obiettivo di favorire la commercializzazione di prodotti turistici riguardanti i luoghi Unesco. Un dato interessante è che se il turismo mondo cresce del 5% quello italiano cala del 4,6%. Anche di questo si parlerà durante il Wte”. Il format del salone reta o stesso: spazi espositivi aperti al pubblico con ingresso libero, convegni di approfondimento, momenti di animazione, incontri riservati agli operatori e alla stampa di settore. Il 19 settembre, in particolare, è previsto un workshop ‘b2b’ riservato a buyers e tour operator, che avranno modo anche di conoscere e apprezzare le bellezze e le tradizioni del territorio padovano e di farsene promotori.
L’edizione 2013 del Wte ha visto la presenza di oltre 150 tour operator e buyer turistici provenienti da Italia, Francia, Gran Bretagna, Nord Europa, Canada, Stati Uniti e Giappone.

Lascia un commento