Sesto San Giovanni, il diciottenne Roberto Ammendola muore di meningite fulminante paura per un possibile contagio

Lo studente è stato ricoverato lunedì per un caso di meningite meningococcica ed è deceduto in poche ore. Roberto Ammendola, che frequentava il quarto anno all’Afol Nord Milano, è stato ricoverato prima all’ospedale di Sesto San Giovanni, poi nel nosocomio di Desio in seguito alla diagnosi di meningite. Poi il decesso

Lo studente, calciatore in una squadra locale, era molto conosciuto nel quartiere di Cascina Gatti di Sesto e molto amato dai suoi amici. La funzione religiosa si terrà oggi alle 15.30 nella chiesa della Resurrezione di via Pisa.

Come previsto in questi casi dal protocollo, l’Asl ha già eseguito la profilassi antibiotica su tutti coloro che sono venuti in contatto con il ragazzo negli ultimi dieci giorni: compagni di scuola e professori, familiari, amici e compagni della squadra di calcio. Nessuna profilassi è necessaria per chi non ha avuto contatti diretti prima degli ultimi dieci giorni, né sono utili disinfezione o altri interventi sull’ambiente.

In caso di dubbi o per richiedere ulteriori informazioni, è possibile contattare l’Asl ai numeri: 02.8578-4715/4718/4713/4711/4701.

9 su 10 da parte di 34 recensori Sesto San Giovanni, il diciottenne Roberto Ammendola muore di meningite fulminante paura per un possibile contagio Sesto San Giovanni, il diciottenne Roberto Ammendola muore di meningite fulminante paura per un possibile contagio ultima modifica: 2014-03-12T03:41:21+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento