Parma, nuova illuminazione per i portici della Pilotta

I portici della Pilotta si illuminano di nuova luce: Iren ha prontamente provveduto a soddisfare la richiesta dell’Amministrazione Comunale (coinvolti Assessori alla Cultura, Turismo e Sport), concordata con la Soprintendenza ai Beni Culturali, di sostituzione delle lampade presenti sotto i portici.

Il tempestivo intervento si è svolto dopo il sopralluogo effettuato dall’assessore Gabriele Folli e ai tecnici di Iren, insieme alla Sovrintendente Mariella Utili, che ha fornito indicazioni sulla tipologia di corpo illuminante adatta per il luogo, ed è finalizzato a migliorare la situazione preesistente, in particolare in vista del sorteggio per la composizione dei gironi, legato ai Campionati del Mondo Femminili di Volley, che si svolgerà lunedì 10 marzo nella magnifica cornice del Teatro Farnese.

“Siamo molto soddisfatti – ha commentato l’assessore all’Ambiente Gabriele Folli – della solerzia con cui si son svolte le operazioni. Come Amministrazione Comunale abbiamo operato sinergicamente tra assessorati per la pronta riuscita dell’operazione, che riveste importanti risvolti per valorizzare un luogo frequentato da cittadini e turisti, anche in vista della manifestazione di portata mondiale che Parma si appresta ad ospitare”.

L’operazione, svolta con la soddisfazione di tutte le parti coinvolte, ha potenziato l’illuminazione del luogo, sostituendo le luci che avevano colorazioni differenti a causa di interventi fatti a più riprese negli anni, di cui alcune non più funzionanti, migliorando così la sicurezza in un tratto che viene utilizzato nelle ore serali come collegamento tra il parcheggio Toschi ed il centro cittadino, e la qualità estetica e ambientale di una zona storica monumentale.

9 su 10 da parte di 34 recensori Parma, nuova illuminazione per i portici della Pilotta Parma, nuova illuminazione per i portici della Pilotta ultima modifica: 2014-03-08T16:42:26+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento