Milano, da lunedi 10 marzo attivi 7 nuovi autovelox

autoveloxDa lunedì 10 marzo saranno attivi sette nuovi Autovelox per la misurazione elettronica della velocità. Le sette postazioni fisse erano state individuate con decreto del Prefetto e saranno collocate su strade urbane a scorrimento: via Parri, via Palmanova, cavalcavia del Ghisallo e via Fermi dove il limite è di 70 km/h e viale Famagosta, via dei Missaglia, via della Chiesa Rossa dove il limite è già di 50 km/h.

Già da due settimane sono state collocate e accese le apparecchiature per la misurazione della velocità per effettuare tutti i collaudi e da lunedì prossimo entreranno in funzione iniziando l’attività di sanzionamento dei veicoli che superano i limiti consentiti.

“L’accensione degli autovelox è un’ulteriore attività di prevenzione per la sicurezza sulle strade che pure vede negli ultimi anni un calo degli incidenti stradali. Questa deve essere anche occasione di riflessione e monito verso noi stessi perché sicurezza, attenzione e osservanza delle regole siano sempre al primo posto quando siamo alla guida dell’auto, andiamo in bicicletta o in motorino e anche a piedi. Milano è impegnata su questo fronte, ma serve la collaborazione e il senso civico di tutti”, ha detto il Sindaco Giuliano Pisapia.

Il numero di incidenti con feriti nel Comune di Milano è in calo: oggi siamo a -60% rispetto al 2001; anche tra il 2013 e il 2012 si è registrato un calo del 25%. Dal 2001 sono diminuiti del 66,6% i casi di mortalità. Nel 2001 erano stati 90 i morti a Milano a causa di incidenti in auto, mentre nel 2013 sono stati 30, il numero più basso degli ultimi 13 anni.

“A Milano il numero degli incidenti stradali è in netto calo ma ancora molto vi è da fare soprattutto per le utenze deboli, pedoni e ciclisti, e intervenire sugli eccessi di velocità è essenziale. Gli apparecchi della misurazione della velocità che entrano in funzione con un effetto deterrente sull’alta velocità in sette strade, potenzialmente pericolose, anche per la presenza di vari incroci e attraversamenti pedonali, vanno proprio in questa direzione – dichiarano gli assessori alla Sicurezza e Coesione sociale Marco Granelli e alla Mobilità Pierfrancesco Maran –. Attraverso politiche sulla viabilità e l’attività di prevenzione e sanzionamento vogliamo che le strade della città siano sempre più sicure”.

Numerose le attività per informare chi deve transitare nelle sette località: mentre viene ultimata in questi giorni la posa dei cartelli a indicare la presenza delle telecamere e dei limiti di velocità specialmente in viale Famagosta, via dei Missaglia e via della Chiesa Rossa (limite di 50 km/h) è stata inviata oggi una lettera ai Comandi e ai Consigli di Zona interessati ai nuovi autovelox. Martedì 4, mercoledì 5, giovedì 6, venerdì 7 e lunedì 10 marzo saranno distribuiti 30 mila volantini agli incroci; da mercoledì la presenza dei nuovi autovelox sarà segnalata sui pannelli a messaggio variabile di tutta la città lungo l’arco di tutta la giornata e lunedì prossimo, alla partenza dell’attività sanzionatoria, e fino a mercoledì 12, poco prima delle postazioni sarà presente una pattuglia della Polizia Locale con lampeggianti accesi.

A queste sette postazioni si aggiungono quelle monitorate con sistemi di controllo mobili della velocità e presidiate da agenti della Polizia locale, perché emerse come strade a potenziale alto rischio, soprattutto in alcune ore del giorno: via Bazzi, via Aldo Moro, la carreggiata centrale di viale Certosa, viale De Gasperi, viale Olivieri, via Caterina da Forlì, viale Caprilli e il tratto del raccordo dell’Autosole di piazzale Corvetto. Le nuove sette postazioni vanno ad aggiungersi a quelle già presenti sul cavalcavia Monte Ceneri e da lunedì Milano avrà otto postazioni fisse per il controllo della velocità.

Nella spalla sulla destra troverete la tabella dei 7 autovelox e le 7 postazioni.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, da lunedi 10 marzo attivi 7 nuovi autovelox Milano, da lunedi 10 marzo attivi 7 nuovi autovelox ultima modifica: 2014-03-04T01:15:18+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento