Mozzate, omicidio di Lidia Nusdorfi a Rimini i carabinieri interrogano l’ex Dritan Demiraj

I militari domenica pomeriggio hanno ascoltato l’albanese di 29 anni, fornaio, ex compagno della donna assassinata sabato sera in provincia di Como. La relazione tra il fornaio e la vittima sarebbe stata interrotta sei mesi fa a causa di una nuovo rapporto, con il cugino dell’ex compagno. Un nuovo amore per la trentacinquenne con un ragazzo poco più che ventenne.

L’ex compagno e padre dei due figli della vittima, per sabato avrebbe un alibi di ferro. Sarebbe stato infatti tutta la notte al forno dove lavora, circostanza confermato dalla testimonianza del datore di lavoro.

A Mozzate i militari cercano un uomo, abbastanza giovane, che avrebbe atteso la donna nel sottopassaggio per poi aggredirla alle spalle, colpendola con almeno due fendenti risultati fatali.

Lascia un commento