Mozzate, omicidio in stazione si stringe il cerchio. Lidia Nusdorfi aveva un appuntamento. Con il killer?

Potrebbe esserci una svolta nel barbaro delitto compiuto ieri sera in Lombardia. La donna aveva un appuntamento alla stazione con ogni probabilità con l’uomo che l’ha uccisa. Lidia Nusdorfi, 35 anni, assassinata a coltellate nel sottopasso della stazione ferroviaria Trenord di Mozzate, non si trovava lì perché in arrivo o in partenza. Il particolare è stato rivelato dai Carabinieri, secondo i quali l’aggressione è stata quindi mirata e non casuale, come dimostrerebbe la stessa dinamica di quanto accaduto.

Lascia un commento