Bari, boom di richieste per l’installazione del verde sui tetti

Quasi duemila metri quadri di tetti sono pronti ad ospitare nuovo verde in città. È il grande successo del bando relativo al progetto Shagree (Green Shadows Program) promosso dal gruppo di imprese, in collaborazione con il Comune di Bari, per realizzare giardini pensili con essenze aromatiche al fine di migliorare l’assorbimento delle acque meteoriche e diminuire i costi del condizionamento e riscaldamento degli edifici in estate e inverno.

Dodici le proposte di adesione arrivate da condomini dei quartieri Madonnella, Murat, Picone e Poggiofranco, segno di un grande interesse da parte dei privati, pronti a condividere i terrazzi rinnovati e rinverditi con associazioni e cittadini per attività sociali. La messa a disposizione dei tetti al pubblico, una volta valorizzati con piante ed essenze aromatiche, costituiva un criterio premiante del bando, pubbblicato nel dicembre 2013 per rilevare la disponibilità di 200 metri quadri di tetti o aree private utili a sperimentare l’impatto climatico nell’installazione di verde pensile. L’assessorato all’Urbanistica invece aveva già individuato un tetto ‘pubblico’, quello della scuola Imbriani al quartiere Madonella.

La graduatoria definitiva per l’assegnazione delle quote di verde pensile sarà pubblicata a fine marzo: intanto il gruppo di lavoro targato Shagree, coadiuvato dai tecnici del Comune di Bari, avvierà una serie di sopralluoghi per verificare le caratteristiche dei dodici terrazzi selezionati e calibrare modalità e tecniche di installazione del verde pensile. L’intervento di riqualificazione sarà a costo zero per i beneficiari ma sarà utile per registrare un modello matematico che codifichi un miglioramento del microclima nelle zone oggetto della sperimentazione.

9 su 10 da parte di 34 recensori Bari, boom di richieste per l’installazione del verde sui tetti Bari, boom di richieste per l’installazione del verde sui tetti ultima modifica: 2014-02-15T04:05:25+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento