Firenze, dopo Renzi un sindaco che rimedi ai suoi errori

Questo l’intervento del capogruppo di Forza Italia Marco Stella. “A Firenze occorre un sindaco che rimedi agli errori di Renzi, alle partite lasciate aperte, alla politica degli annunci mai realizzati. Finalmente Firenze dopo 5 anni potrà avere un sindaco a tempo pieno che pensa alla città e non ai propri interessi.
Occorre mettere subito rimedio agli errori compiuti da Renzi, alle scelte sbagliate che danneggiano i fiorentini e peggiorano la loro vita.
Togliere la pedonalizzazione di Piazza Pitti rendendo nuovamente fruibile ed attraversabile il centro storico senza dover fare il viale dei Colli passando da piazzale Michelangelo, rimettere gli ambulanti in piazza San Lorenzo e in piazza San Firenze allontanati da Renzi provocando licenziamenti e chiusure di attività, togliere l’ingresso pagando 1 euro per gli artigiani, allungare di 1 ora la possibilità per i padroncini di scaricare le merci in centro storico.
Occorre mettere al centro dell’azione del nuovo sindaco le periferie abbandonate da Renzi, Firenze deve diventare la città delle periferie, non si vive solo in centro storico.
Il nuovo sindaco dovrà mettere al centro della propria azione il commercio, oggi penalizzato soprattutto da scelte sbagliate sulla mobilità, ed il turismo.
Le infrastrutture promesse e mai realizzate come lo sviluppo dell’aeroporto e la fruibilità definitiva giorno e notte delle Cascine.
Per finire, la sicurezza con la presenza costante delle forze dell’ordine, della polizia municipale a presidio di piazze e centro storico, con la creazione anche di task force contro l’abusivismo coordinate finalmente da un assessore alla sicurezza.
Firenze non ha bisogno di niente di eccezionale, ha bisogno di normalità e buona gestione, oltre ad un sindaco che stia a Firenze, tutte cose che sono mancate in questi 5 anni”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Firenze, dopo Renzi un sindaco che rimedi ai suoi errori Firenze, dopo Renzi un sindaco che rimedi ai suoi errori ultima modifica: 2014-02-14T17:42:54+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento