Padova, torna nonno bit nel Quartiere 5

Ha preso il via la seconda edizione del progetto “Nonno Bit”, una serie di iniziative messe in piedi dal Centro Sociale Armistizio in collaborazione con il Consiglio di Quartiere 5 e altre associazioni e volontari del territorio, allo scopo di ridurre il cosiddetto “digital divide” (divario digitale), che spesso impedisce ad alcune categorie di persone, in questo caso gli anziani, l’utilizzo degli strumenti informatici e l’accesso alla rete. La riduzione del digital divide ha obiettivi legati alla alfabetizzazione e alla socializzazione, e costituisce pertanto un tema di grande rilevanza, legato alla piena inclusione sociale e alle pari opportunità dei cittadini.

I corsi e gli appuntamenti offerti sono rivolti non solo ad anziani ma anche a tutti coloro che hanno scarsa confidenza con gli strumenti informatici e le nuove tecnologie. E’ possibile partecipare a brevi percorsi gratuiti di primo approccio informatico di livello base o un po’ più avanzato, per prendere confidenza con il pc e/o approfondirla, imparando l’uso dei programmi base, della posta elettronica e di internet. E’ attivo un percorso di tutoraggio personalizzato per affiancare gli utenti nell’uso del pc, accompagnandoli nella risoluzioni di problematiche e nel superamento di eventuali difficoltà. Per chi invece vuole approfondire in maniera sistematica argomenti di base o di approfondimento il Centro Sociale ha promosso dei corsi a pagamento alla scuola elementare “Della Vittoria” (via Armistizio 298) con 30 ore di lezione suddivise in quindici incontri nell’arco di due mesi, per un costo di circa 60 euro.

A partire dal mese di aprile verrà proposto alla cittadinanza un ciclo di conferenze sulla sicurezza in rete rivolto ai genitori che si interrogano sul loro ruolo ai tempi di internet: come genitori ci si trova nella posizione di chi spesso ne sa molto meno dei propri figli, oppure di chi – sapendone fin troppo – si chiede come gestire i rischi cui i ragazzi sono potenzialmente esposti, rischi spesso connessi ad un uso inconsapevole della rete. In questi incontri si potrà parlare apertamente della questione, ricevendo strumenti concreti per orientarsi, ma anche trovando uno spazio di confronto tra le esperienze dei partecipanti.

“Nonno Bit” si avvale del coinvolgimento diretto, in qualità di formatori, di professionisti del
settore (docenti di informatica) ma anche di associazioni e gruppi di ragazzi esperti in materia, che hanno messo a disposizione il loro tempo e le loro competenze.
I brevi percorsi gratuiti di primo approccio informatico, della durata di 4 o 5 incontri durante la settimana, di livello base o un po’ più avanzato, sono partiti a gennaio in collaborazione con l’associazione Auser: è possibile parteciparvi il lunedì, alle Scuderie di piazza Napoli. Nella sala informatica del Quartiere, sempre in piazza Napoli partirà a marzo un ulteriore percorso gratuito di primo approccio informatico, in due turni il giovedì pomeriggio. Il percorso di tutoraggio gratuito, organizzato con la collaborazione dell’Associazione Auser e ArtMusicEvent, partirà invece a fine febbraio, sempre nella sala informatica del Quartiere in piazza Napoli: ogni sabato mattina sarà possibile presentarsi con il prorio pc o utilizzare le attrezzature presenti contando sul supporto di esperti in materia che affiancheranno gli utenti nella risoluzioni di problematiche e nel superamento di eventuali difficoltà.
Ai corsi e alle attività di tutoring è possibile accedere esclusivamente su prenotazione, contattando la segreteria di Quartiere allo 049 8801166.

9 su 10 da parte di 34 recensori Padova, torna nonno bit nel Quartiere 5 Padova, torna nonno bit nel Quartiere 5 ultima modifica: 2014-02-12T18:07:08+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento